Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


ECCELLENZA - La Virtus è viva e sta benissimo: Chiarbola travolto

La formazione biancazzurra si abbatte inesorabile sugli ospiti, travolgendoli con un tennistico 6-1. Nel primo tempo apre le marcature Volas, Tomat fa 1-1 e Kodermac, mattatore del match, da 2-1. Nella ripresa i apdroni di casa dilagano: Specogna fa 3-1, poi Volas e Kodermac arrotondano il risultato. Doppietta per il primo, tripletta per il secondo e sogno salvezza ancora possibile

 

VIRTUS CORNO - CHIARBOLA PONZIANA CALCIO 6 - 1
Gol
: Volas (doppietta), Tomat, Specogna, Kodermac (tripletta).

VIRTUS CORNO: Tulisso, Pezzarini, Vulpio (25’ st Bizzoco), Libri, Mocchiutti, Sittaro, Specogna (37’ st Blasutig), Ime Akam, Volas (33’ st Prapotnich), Kodermac, Kanapari (13’ st Eshun). A disposizione: Chiavon, Menazzi, Don. Allenatore: Roberto Peressoni.

CHIARBOLA PONZIANA CALCIO: Zetto, Zappalà, Trevisan (1’ st Freno; 21’ st Zivkovic), Surez, Casseler, Costa, Montestella (22’ st Sistiani), Comugnaro, Tomat, Maio, Coppola (1’ st Delmoro). A disposizione: Musolino, Farosich, Blasina, Tonini, Stipanicich. Allenatore: Alessandro Musolino.

ARBITRO: Nicole Puntel (sez. Tolmezzo). Assistenti: Roberto Presotto (sez. Pordenone) e Fabio Fabris (sez. Pordenone).

NOTE - Ammoniti: Volas, Vulpio, Zetto, Zappalà, Surez.

C’è ancora speranza per la Virtus Corno, che schianta per 6-1 il Chiarbola e manda un segnale chiarissimo alle avversarie: qui non si molla un centimetro, se volete salvarvi dovrete lottare fino all’ultima giornata.

I biancazzurri approcciano il match con il piede giusto e sbloccano subito il risultato con Volas, che controlla un ottimo suggerimento in profondità e trafigge Zetto. Gli ospiti non ci stanno e reagiscono, approfittando di una leggerezza della difesa avversaria: sugli sviluppi di una rimessa laterale la difesa dei padroni di casa non riesce ad allontanare e Tomat riceve palla libero sulla trequarti. L’attaccante ospite scorge Tulisso fuori dai pali e con una conclusione chirurgica lo beffa, scavalcandolo.

La Virtus non si lascia però intimorire e continua a spingersi in avanti, venendo premiata nel finale con la rete del 2-1: ancora una volta prezioso lavoro di Volas, che aggancia un pallone in profondità e serve al centro per Kodermac, bravo a finalizzare l’assist del compagno.

Nella ripresa i padroni di casa non si accontentano e continuano a premere con decisione sull’acceleratore: il 3-1 porta la firma di Specogna, che chiude un triangolo con Kodermac e batte Zetto con una conclusione potente. I biancazzurri continuano a divertirsi e far divertire, trovando la quarta rete ancora con il proprio numero 10: Kanapari scappa sul filo del fuorigioco e sfida il portiere avversario nell’uno contro uno, servendo poi un comodo assist al centro per Kodermac, a cui resta solo da scartare il regalo del compagno. L’attaccante sloveno è scatenato e poco dopo, al termine di un perfetto inserimento, calcia forte in diagonale, servendo l’assist del 5-1 a Volas, che sottoporta corregge a rete firmando così la doppietta personale. Nel finale Kodermac mette la ciliegina sulla propria partita, siglando la terza rete della sua partita con una perfetta volé.

Il match termina quindi con un tennistico 6-1; un risultato fondamentale per i padroni di casa, per i quali ogni match è ormai un dentro o fuori. La vittoria di oggi, unita alla sconfitta di Cervignano e Juventina, dà morale e tiene vive la speranze di salvezza: serve un percorso netto, impeccabile, ma la squadra sta dando enormi segnali di miglioramento e nelle ultime gare si è dimostrata un osso duro per chiunque. Staremo a vedere: si prospetta un finale di stagione incandescente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 26/03/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,58289 secondi