Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


LA PARTITA - Turbo Trivignano nel primo tempo. Bujese, che scoppola

I bianconeri si impongono sulla squadra di Cleto Polonia nello scontro d'alta quota del girone B di Prima categoria. Frazione iniziale dominata dai padroni di casa, nella ripresa i torelli reagiscono, ma alla fine il risultato è perentorio: 5-1!

TRIVIGNANO - BUJESE 5-1
Gol: 11’pt e 25’st Pascolo, 13’st Martellossi, 24’pt Turchetti, 4’st Buttazzoni, 45’st Issakoli.

TRIVIGNANO: Zanello, Francovigh (2’st Donda), Bravo, Spinello (25’st Chimento), Scomparin, Martelossi, Pascolo (42’st Collavizza), Burino (34’st Gasparin), Issakoli, Paludetto, Turchetti (46’st Malisan). A disposizione: Gregorato, Miolo, Sclauzero, Cirkovic. Allenatore: Domenico Reale.

BUJESE: Devetti, Vizzutti (10’st Braidotti), Prosperi (12’st Bassi), Buttazzoni, Bortolotti, Ciani, Chiavutta (35’st Rovere), Forte (17’st Aghina), Zambusi, Costantini, Micelli (42’st Gherbezza). A disposizione: Felice, Cimenti, Mussinano, Muzzolini. Allenatore: Cleto Polonia.

ARBITRO: Sara De Rosa (Tolmezzo).

NOTE – Ammoniti: Martelossi, Pascolo, Issakoli, Gasparin, Vizzutti, Buttazzoni, Cleto Polonia.

Cielo coperto, temperatura primaverile campo in perfette condizioni, si affrontano oggi due squadre in lotta per la promozione alla categoria superiore. Da una parte i padroni di casa del Trivignano, maglia rossa con banda trasversale e pantaloncini e calzettoni bianchi, allenati da Ermano Sinigaglia leggermente attardati in classifica (5^ posizione) a causa delle ultime due rovinose gare perse; la prima sorprendentemente sconfitti in casa dalla Tarcentina, l’altra contro la lanciatissima Aurora Buonacquisto attuale capoclassifica e in attesa del recupero Buiese - Diana.

Sponda opposta gli ospiti della Buiese di mister Cleto Polonia, completo nero con una banda bianca laterale sui pantaloncini, retrocessi la scorsa stagione e proiettati nello sforzo per ritornare immediatamente in Promozione; una squadra, questa, che ha collezionato fin qui solamente due sconfitte (entrambe con il Deportivo Junior), è reduce da 3 vittorie di fila e forte di 19 punti maturati nel girone di ritorno, si presenta ormai immersa in un tour de force che ci dirà di che pasta sono fatti questi ragazzi. Certo che, conoscendo il mister, siamo molto orientati a pensare che daranno in campo tutto quello che hanno, incuranti del fatto che già a partire dalla settimana appena trascorsa li abbiamo visti impegnati nella gara di andata di coppa e torneremo a rivederli presto nel recupero contro il Diana e nel ritorno di coppa in altre due gare infrasettimanali di mercoledì.

Indubbiamente oggi si confrontano due squadre di livello. Scorrendo i numeri sembrerebbe che il Trivignano sia una squadra più votata alla fase offensiva, 45 i gol  messi a segno con due giocatori particolarmente prolifici che viaggiano in doppia cifra: Miolo 15 reti e Pascolo 11 reti. Il timoniere della Buiese Cleto Polonia, invece, da ex difensore professionista, 181 presenze in serie A e per la verità ex calciatore molto tosto e coriaceo, presenta una squadra che sembra avere nella difesa il suo punto forte, con quel Alessandro Devetti, suo fedelissimo portiere fin dai tempi del Riviera e poi del Venzone. Da non sottovalutare, però, la pesante assenza della punta Marcuzzi, attualmente infortunato.
Ricordiamo, infine, che all’andata le due compagini impattarono sullo 0-0.

Polonia propone un 4–4–2 e Sinigaglia risponde con un più abbottonato 4–5–1 però in grado di proporre sempre inserimenti dei due esterni Pascolo a destra e Turchetti a sinistra.

Primo tempo assolutamente di marca Trivignano. Già al 3’ Turchetti tenta una prima percussione, si allunga la palla, ne scaturisce un contrasto che la arbitro giudica falloso destando parecchi dubbi. La conseguente punizione viene calciata da Pascolo ma il tiro sorvola la traversa. Al minuto 11 il Trivignano passa con un preciso colpo di testa su invito di Turchetti che dà seguito ad un’azione insistita sulla fascia sinistra e da cui scaturirà il cross per la conclusione letale per gli ospiti. Trascorrono due soli minuti e assistiamo al raddoppio. Calcio d’angolo battuto dalla sinistra della porta ospite in direzione del vertice dell’area piccola, Martellossi si alza quasi indisturbato e colpisce di testa per il 2 a 0.

Al 17' ancora il Trivignano sugli scudi. Ruba palla sulla trequarti avversaria Martellossi, particolarmente ispirato, appena entrato in area calcia rasoterra, la palla esce di poco sfiorando il palo sinistro della porta Buiese. Un minuto più tardi il giovane Chiavutta, in prestito dal San Daniele, entra in area, calcia in corsa ma l’ottimo Zanello gli si oppone con il corpo e l’azione sfuma. Al 19’ il portiere trivignanese esce per rinviare di pugno ma un tantino troppo scomposto e travolge Zambusi! La arbitro sorvola ma ci poteva anche stare la massima punizione. La gara è aspra, non cattiva, il ritmo elevato, la arbitro fischia molto ma non si decide ancora ad ammonire nessuno, eppure ce ne sarebbe bisogno. Al 24’ ecco il 3-0 con Turchetti che colpisce direttamente da calcio d’angolo.
Gli ospiti accusano il colpo e paiono sotto shock. Al 27’ cercano una prima reazione con Micelli che in area calcia forte sopra la traversa. 2 minuti dopo Costantini controlla, arma il tiro e lascia partire un pericolosissimo fendente dall’interno dell’area di rigore; la palla esce a fil di palo, alla destra del portiere. Pericolosissimo ancora il Trivignano al 33’. Turchetti calcia il corner all’indirizzo del primo palo per la testa di Martellossi che colpisce il palo. Al 36’ Zambusi cade in area e timidamente reclama il rigore. La arbitro molto prossima all’azione nega e dice di proseguire. Un minuto dopo ottimo intervento di Devetti che nega la gioia del gol a Zambusi lanciato a rete. Intanto scorgiamo Sinigaglia sopra il tetto dei vecchi spogliatoi tutto preso a dirigere i suoi dall’alto. Al 40’ viene ammonito l’allenatore Cleto Polonia per proteste. Termina la prima frazione di gara, si va al riposo sul risultato di 3-0 a favore dei padroni di casa.

Se il primo tempo è stato dominato dal Trivignano, non possiamo dire la stessa cosa per quanto riguarda la seconda frazione di gioco. Infatti la Buiese si riversa con azioni tambureggianti nella trequarti gara e al 8' passa: 3-1 e gara riaperta. Da un calcio d’angolo la palla arriva al limite dell’area di rigore tra i piedi di Buttazzoni che lascia partire un gran diagonale calciato con l’esterno del piede destro, che vede la palla termina la sua corsa nell’angolino destro, lontano dove Zanello nulla può. Al 13’ la squadra di Buia reclama per un fallo di mani a braccia aperte commesso in area Trivignanese ed avrebbe ragione, ma la De Rosa non è dello stesso avviso.
Ora le azioni si fanno incessanti, gli ospiti ci credono, il gioco viene spezzettato di continuo da tanti falli tattici e Polonia finalmente passa a difendere a 3. Praticamente è un assedio! La Buiese attacca a testa bassa ma il Trivignano si difende con ordine. Al 25’, però, ecco confezionata la mazzata finale. Dopo una carambola in area la palla arriva fra i piedi di Pascolo che calcia da dentro l’area di rigore, la palla subisce una deviazione spiazzando l’incolpevole Devetti: 4-1.
Al 29’ su azione di rimessa Issakoli, davvero encomiabile per aver disputato una gara generosissima, si prende una prima dose di applausi meritatissimi grazie ad una spettacolare mezza rovesciata in corsa che spiazza il portiere, fa la barba al palo e termina sul fondo. Al 39’ Muzzolini serve Micelli che però cicca clamorosamente la palla. Un paio di minuti dopo una bella azione ospite. Scende sulla destra Braidotti, effettua un traversone sull’estrema sinistra, la sfera giunge tra i piedi di Aghina che cerca la deviazione al volo, ma la palla viene stoppata a terra suo malgrado, fortunatamente resta lì e a questo punto viene calciata ma addosso al portiere, che si oppone col corpo e para. Al 45’ l’azione che mette la parola fine alla gara. Fa tutto da solo e soprattutto bene Issakoli. Lavora ottimamente un pallone al limite dell’area e lascia partire un micidiale rasoterra che si insacca a fil di palo sulla sinistra di un esterrefatto Devetti per il 5 -1 finale. Grande gioia dei padroni di casa.
Al 48’ spazio anche per una bella parata di Zanello che in volo plastico va a togliere una palla calciata molto bene da Zambusi e indirizzata all’incrocio dei pali a seguito di una punizione fischiata per un fallo in verità molto dubbio.

La gara termina qui con i nervi leggermente surriscaldati da parte dei collinari. Che dire? Una squadra, la Buiese, dalla solida difesa che invece oggi viene trafitta per ben 5 volte con chiare responsabilità che chiamano in causa ora il portiere, ora i singoli difensori, evidentemente non in giornata.
Dall’altra parte una squadra che ritrova morale e fiducia, che ha disputato una partita garibaldina per intensità e ritmo e che ha meritato la vittoria finale. L’arbitraggio è risultato approssimativo: inesistenti alcuni falli fischiati perché semplici contrasti, un rigore, certo, non visto ed un altro, potenziale, non dato, molto parca e criticabile la signora arbitro nel distribuire cartellini soprattutto nel corso della prima frazione di gara.

Loris Garofalo        

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 26/03/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,16188 secondi