Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


PROMO B - Candon: più forti delle assenze. Cortiula, sfida al Rive

L'allenatore e il portierone del Lavarian Mortean Esperie commentano la sofferta quanto preziosa vittoria sull'Ufm e guardano alla finale play-off di domenica...

Una gara equilibrata, intensa, combattuta, che ha riassunto in 90 minuti non solo l’essenza di quello che sono i play-off di promozione, ma anche quello che è lo spirito del Lavarian Mortean Esperia, uscito vincitore (1-0) dalla sfida di semifinale (play-off di Promozione, girone B), contro l’Umf.

Uno dei protagonisti del successo biancoceleste è stato Gianmarco Cortiula, decisivo anche oggi con un intervento importantissimo su Gabrieli in avvio di partita e con la solita sicurezza negli interventi lungo il resto dei 90 minuti. Al termine della gara abbiamo voluto sentire anche la sua opinione su questo match dal valore inestimabile: “Anche oggi, come già all’andata e al ritorno in campionato, è stata una gara molto equilibrata. Noi siamo stati bravi a sbloccarla capitalizzando il rigore, loro poi si sono buttati all’arrembaggio e sono riusciti a pareggiare, ma per nostra fortuna l’attaccante era in posizione di fuorigioco. Non so se la decisione sia stata corretta o meno, ma questa è una di quelle gare che si risolve con un episodio e oggi quello giusto è capitato a noi. Ora aspettiamo di scoprire dove giocheremo contro il Rive Flaibano domenica prossima. Per me sarà una gara doppiamente importante, visto che è la mia ex squadra; staremo a vedere come andrà, io spero di divertirmi come ho fatto oggi e di festeggiare anche il traguardo più importante con i miei compagni”.

E dopo le parole di uno degli 11 protagonisti non può mancare il commento del tecnico che ha reso possibile raggiungere questo traguardo, mister Ernesto Candon: “Risultato preziosissimo, che abbiamo centrato nonostante le tantissime assenze. Abbiamo 11 indisponibili, una rosa intera, e oggi Tomada era qui con noi con la febbre a 38, aggiungendo un altro assente alla lista. La forza di questa squadra sta però nel gruppo: unito da sempre e cementato ancor di più da questa situazione di difficoltà, è stato in grado di fare di necessità virtù e ci ha permesso di arrivare a giocarci la promozione diretta in campionato fino all'ultimo. Anche contro l'Ufm abbiamo dovuto adattarci a giocare una partita più conservativa per sopperire alle assenze, ma siamo riusciti a portare a casa il risultato ed è questo quello che conta. Per domenica speriamo di recuperare almeno Tomada, in modo da giocarci al meglio le nostre carte. In sfide come quella che ci attende contro il Rive è fondamentale arrivare carichi fisicamente, noi faremo il meglio che possiamo come sempre e poi daremo battaglia fino all’ultimo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 22/05/2023
 

Altri articoli dalla provincia...















LA FOTO - Picco in Scozia. A caccia di talenti

In vacanza in Scozia con un gruppetto di amici, il presidente del Trasaghis Vanni Picco non ha voluto rinunciare al grande appuntamento - attesissimo a quelle latitudini - della prima gara dell’E...leggi
15/06/2024




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,21518 secondi