Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


LA RICORRENZA - 100 anni e non sentirli: Moraro in festa

La società bianconera ha voluto celebrare il secolo di vita con una tre giorni di eventi e festeggiamenti, che hanno visto la partecipazione di autorità e volti noti dell’ambiente, tra cui Bruno Pizzul. Il presidente Soglia: “Abbiamo lavorato per mesi, meglio di così non poteva andare”

Cento anni e non sentirli. Il Moraro taglia il traguardo del secolo di vita e per l’occasione ha organizzato una tre giorni di eventi e festeggiamenti, con ospiti di prestigio, tra cui Bruno Pizzul, partite tra vecchie glorie e una mostra fotografica, curata da Maurizio e Ferdinando Battistin, che ripercorre la storia della società. Ad orchestrare il tutto, il presidente bianconero, Claudio Soglia: “Una festa così, di tre giorni, non tutti la fanno. Abbiamo lavorato per mesi per organizzarla, quindi ringrazio davvero tutti coloro che hanno dato una mano, dalle associazioni di Moraro ai dirigenti, dal comitato organizzativo ai curatori dell’esposizione fotografica. Giovedì sera, con Roberto Collini e Bruno Pizzul, è stata veramente un chicca, un salottino da televisione, un peccato per chi non c’era”.

Tra una partita e l’altra – in cui è stata coinvolta anche l’attuale formazione militante in Seconda categoria – e altre occasioni di festa, non è mancato il momento del ricordo dei dirigenti del Moraro che oggi non ci sono più, per i quali è stata deposta una corona in cimitero alla presenza del parroco, don Ugo.

E non sono mancate neanche le autorità: “Alle celebrazioni hanno partecipato il consigliere regionale Bernardis e il vice presidente della Federcalcio regionale Chiarvesio. Meglio di così non poteva andare. Pure il meteo è stato dalla nostra, si vede che per il Moraro anche il tempo si è rivolto al meglio”, sottolinea Soglia. Infine, uno sguardo al futuro: “Per il prossimo anno abbiamo già confermato mister Andrea Gallas e abbiamo iniziato i primi colloqui. Come tutti sanno ci saranno sei retrocessioni per ripristinare la Terza categoria. Noi faremo il possibile per restare in Seconda”, conclude il presidente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/bY3onbg.jpg

https://i.imgur.com/rxUjYsu.jpg

https://i.imgur.com/FSjzMT7.jpg

https://i.imgur.com/L1cMIWX.jpg

https://i.imgur.com/ld107jS.jpg

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 31/05/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,14836 secondi