Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


ECCELLENZA - Del Fabro e Novati, infortuni da valutare

Pro Gorizia e Juventina hanno perso, ancora per quanto non si sa, pedine importanti. Colja operato, ne avrà fino a primavera. Peruzzo: fuori il dente, fuori il dolore...

Maurizio Inglese (direttore sportivo della Pro Gorizia): “Non abbiamo tutti a disposizione, perché Del Fabro si è infortunato abbastanza seriamente domenica e adesso aspettiamo la sua risonanza. Speriamo veramente che non sia un infortunio così serio in modo che se la cavi con due o tre settimane di stop… Gli altri ci saranno, se non succederà qualcosa in allenamento… Ci aspetta un anticipo impegnativo, perché giochiamo su un campo in sintetico e perché il San Luigi si sta rinforzando (il centrocampista del 2000 Diego Spadera, ndr). Noi siamo una squadra giovane e veniamo da una partita che ci ha lasciato un solo punto e non di più come speravamo. Vedremo come andrà questa”.

Stefano Simeoni (difensore della Juventina): “Per quanto riguarda Novati siamo tutti in attesa di sapere qualcosa in più. Penso che ci saranno aggiornamenti la prossima settimana. Speriamo bene! Per domenica al momento non ci sono altri assenti tranne Kerpan, che starà fuori ancora un po’. Ci stiamo allenando per preparare al meglio la partita di domenica contro una squadra importante, che farà sicuramente un buon campionato; noi vogliamo far bene e continuare a fare punti. Non sarà facile, ma faremo il possibile”.

Marco Delmoro (centrocampista e capitano del Chiarbola Ponziana): “La squadra sta bene; la vittoria di sabato ha portato entusiasmo e consapevolezza, è stata dovutamente festeggiata, ma ora è messa da parte. La testa è invece già a domenica a Fiume Veneto, ci aspetta una partita assai difficile, molto probabilmente su un campo pesante viste le previsioni meteo e contro una squadra arrabbiata, che farà di tutto per portare a casa i tre punti e sbloccarsi in classifica. Dovremo farci trovare pronti dal primo minuto e sarà per noi un bel banco di prova. Dobbiamo assolutamente cambiare marcia in trasferta, approcciare le gare con maggiore personalità e dare continuità alle prestazioni che riusciamo ad esprimere in casa. Ad oggi la rosa è tutta a disposizione e riavremo anche Stipancich, che rientra dalla squalifica”.

Denis Godeas (allenatore del Sistiana Sesljan): “Giocare contro l’Azzurra Premariacco? Le squadre sono tutte uguali, dall’ultima fino alla quarta non ci sono grandi differenze. Solo le prime tre hanno altri organici e obiettivi. Le altre partite vengono decise da episodi e dettagli; affrontare il Chiarbola, la Sanvitese e l’Azzurra porta a gare equilibrate, non ci sono appunto differenze particolari. Le assenze? Evidentemente gli infortuni sono nel dna dei giocatori di queste zone… Pelengic ha fatto i raggi ed è confermata la frattura al polso, dovrà tenere il gesso per 3 settimane e perciò non sarà disponibile per un mese. Cercheremo semmai di dare qualche minuto in più a Vecchio e Vasques dopo il loro rientro. Poi ci sono Colja e Cantamessa con quest’ultimo che è out e quanto al primo, si è operato lunedì e perciò fino a marzo-aprile starà fuori. Cercheremo di recuperare gli infortunati più lievi, mentre i lungodegenti sono ungodegenti e non ci puoi far niente”.

Luca D’Agnolo (portiere dello Zaule Rabuiese): “Giochiamo domenica in casa contro il Tricesimo, mentre la gara dopo, quella con il San Luigi, è stata fissata al sabato, ma potrebbe essere calendarizzata alla fine per il giorno dopo… Nelle prime due di campionato abbiamo vinto con la Spal e poi pareggiato con il Maniago, sbagliando un rigore per il quale ci vuole sempre coraggio per batterlo (e in allenamento ci vengono bene le trasformazioni) e creando alcune occasioni sulle quali è stato bravo il portiere avversario. Siamo contenti per la prestazione, ma dispiaciuti per non aver segnato. Come in tutte le gare ci vuole sempre la massima concentrazione; il mister ha portato nuovi concetti e siamo fiduciosi di riuscirli ad applicarli sempre di più strada facendo”.

Ezio Peruzzo (presidente del San Luigi): “Ci mancherà solo l’infortunato Di Lenardo, gli altri ragazzi sono tutti a disposizione. Giocheremo in anticipo sabato con la Pro Gorizia in casa nostra. Fuori il dente, fuori il dolore…. (scherzando sul valore della squadra degli ex SandrinBoschetti e Tuccia, ndr). Speriamo, che i nostri giovani possano far bene”. (m.l.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 22/09/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,49179 secondi