Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


ECCELLENZA - Zetto: che arbitraggio! D'Agnolo: Tricesimo recidivo

I commenti sulla terza di campionato. Masticano amaro Chiarbola Ponziana e Zaule. Buso: Sistiana ko, ma la prestazione c'è stata...

Stefano Michelutti (direttore sportivo del San Luigi): “Questa l’abbiamo sfangata bene, i ragazzi sono stati bravi. E’ stata fatta una buona partita, siamo tutti contenti. Alla terza giornata è bello vincere, ma bisogna stare sul pezzo, siamo solo agli inizi… la prossima andremo a Muggia per giocare con lo Zaule, una gara spostata alla domenica perché sabato allo Zaccaria giocherà la Primavera della Triestina. Intanto tutti bene contro la Pro Gorizia”.

Maurizio Inglese (ds della Pro Gorizia): “E’ stata una partita che non ha avuto storia, se pensiamo che il San Luigi ha fatto quattro tiri e tre gol… Bravi loro a fare una partita tattica e a prendersi i tre punti, perciò chapeau al San Luigi. Intanto la Sanvitese ha vinto e poi lo ha fatto pure il Tolmezzo, così sono primi. Il Brian Lignano, invece, ha pareggiato e rispetto a loro le cose per noi non cambiano di molto, noi abbiamo gli stessi punti. Piuttosto si è infortunato Samotti… Noi siamo forti, però le occasioni vanno sfruttate e per questo è meglio lasciar stare il discorso arbitrale. Ribadisco, chapeau al San Luigi”.

Thomas Buso (allenatore in seconda del Sistiana Sesljan): “Il risultato non c’è stato, ma la prestazione sì. Denis Godeas ed io siamo contenti per la prova dei ragazzi. La squadra ha fatto la squadra, purtroppo anche stavolta un errore individuale è stato sfruttato dagli avversari come in altre circostanze. Finora lo abbiamo pagato a livello di risultati, peccato perché le prestazioni ci sono state”.

Stefano Simeoni (difensore della Juventina): “E’ arrivata un’importantissima vittoria contro una squadra di valore, che non merita gli zero punti in classifica. I primi 10 minuti potevamo essere sotto 2-0, poi però abbiamo aggiustato qualcosina e di conseguenza siamo riusciti a sbloccare la partita. Sull’1-1 loro non ci siamo disuniti e siamo passati nuovamente in vantaggio”.

Gianluca Zetto (estremo difensore del Chiarbola Ponziana): “L’arbitraggio è stato scandaloso… Bravo in ogni caso il Fiume Veneto, che ci ha creduto fino alla fine e che ha meritato la vittoria per la voglia che ci ha messo. Però, oltre al rigore per loro giustissimo, l’arbitraggio ha penalizzato e non poco, soprattutto sul secondo gol relativamente al quale l’arbitro, a fine partita, ha dichiarato che se io resto per terra e urlo, fischia fallo; invece mi sono alzato, perché la palla è rimasta in area e quindi sono stato in piedi per difendere la porta e lui non ha fischiato… Palla fuori dalla linea di fondo di almeno 60/80 centimetri se non un metro abbondante e in Eccellenza non si riescono a vedere queste cose? Noi giocatori sbaglieremo tanto, ma sarebbe bello che si intervistasse anche la terna per vedere cosa ne pensa, perché una terna così in difficoltà per una parte e l’altra non l’ho vista… Ricordo che siamo dilettanti e in quanto tali lavoriamo tutta la settimana e pure noi come gli arbitri vogliamo più rispetto. Inutile che la terna dica a fine gara che probabilmente ha sbagliato perché non serve a niente”.

Luca D’Agnolo (portiere dello Zaule Rabuiese): “E’ finita 1-0 per il Tricesimo e ho preso gol su una situazione strana. C’era un nostro difensore a terra ed abbiamo avuto la palla noi per un attimo, poi l’hanno recuperata i nostri avversari. L’arbitro sembrava sul punto di fischiare e non l’ha fatto, eppure quando un giocatore come il nostro in questo caso prende un colpo di testa (per fortuna nulla di grave alla fine), l’arbitro ferma il gioco… Il Tricesimo, tra l’altro, ha continuato a giocare senza buttare fuori la palla e ci ha segnato. Nello scorso campionato era successa la stessa cosa con loro, perciò è un caso di recidività… Nel primo tempo hanno giocato meglio loro sicuramente, nel secondo meglio noi invece. Abbiamo avuto un’occasione con Spinelli e una con Maracchi, ma purtroppo non abbiamo segnato”.

Massimo Laudani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 25/09/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,51850 secondi