Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


TRIESTINA - Serata di gala al Tognon contro la capolista Mantova

Stasera, in quel di Fontanafredda, la squadra di Tesser cercherà di dare continuità alla bella vittoria ottenuta a spese della Pro Patria

Rinfrancati il morale e l'autostima con il successo allo Speroni di Busto Arsizio contro una Pro Patria peraltro di un gradino al di sotto al momento come livello (però i vincitori ci hanno messo il giusto atteggiamento di grinta e voglia), la Triestina si prepara a ospitare il Mantova, ripescato in estate e ora co-capolista del girone A assieme al Padova (due formazioni imbattute al pari unicamente del Vicenza). Si giocherà nuovamente allo stadio Omero Tognon di Fontanafredda per l'indisponibilità ulteriore del Nereo Rocco (la cui erbetta è ancora convalescente), l'appuntamento è fissato alle 20.45 di oggi, venerdì.  Questo match, in diretta su sky, now e sky go come tutti gli altri di questo sesto turno della serie C (e con l'aggiunta di raisport per uno dei posticipi del lunedì sera), sarà diretto da Marco Emmanuele di Pisa con il supporto degli “sbandieratori” Franco Iacovacci di Latina e Giorgio Ermanno Minafra di Roma 2 e con la “benedizione” del quarto ufficiale Gerardo Garofalo di Torre del Greco.

Ci saranno circa 1.300 tifosi provenienti dal capoluogo regionale (contro gli 800 dell'altra volta in terra pordenonese contro la Pro Vercelli), non tutti gli abbonati e/o possibili presenti nell'impianto intitolato al Paròn sono nelle condizioni di spostarsi per seguire il match. I virgiliani, in cui milita l'ex Mensah (andato tra l'altro al Pordenone una volta lasciata Trieste e ora assieme al centrocampista Burrai, ex ramarro, in terra lombarda), avranno invece 200 supporters più o meno al loro fianco, galvanizzati da un pareggio e poi quattro affermazioni dei loro beniamini (fatto un mercato estivo importante, tra l'altro la rosa ampia ha tamponato bene le assenze accusate in questo avvio di stagione).

In casa giuliana non ci saranno i cronici infortunati Minesso e Jonsson, per il resto tutti sono convocabili. Anche l'attaccante olandese Redan (2001), uscito anzitempo domenica a Busto Arsizio, per il quale si temeva un infortunio muscolare scongiurato poi dagli esami medici. Però diverse volte mister Tesser preferisce non rischiare dall'inizio chi è reduce da un acciacco...
Proprio Attilio Tesser ha avuto modo di affermare: “Abbiamo mantenuto una buona compattezza di squadra, quindi nel complesso la prova è stata decisamente buona. Il nostro processo di crescita deve proseguire, la squadra sicuramente c'è ma poi può essere un episodio a determinare le partite, la cosa fondamentale è che non manchi mai l'identità precisa, tecnica, caratteriale e di spirito".

Massimo Laudani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 29/09/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,55668 secondi