Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


PRIMA A - Il Pravis passa di misura, il Vivai all'ultimo respiro

La capolista si impone 2-1 in trasferta contro il Vallenoncello. D’Andrea mantiene in scia i suoi con un gol allo scadere che però scatena le proteste dell’Union Rorai per una posizione di fuorigioco. L’Unione SMT non sbaglia. Vittorie importanti anche per Sedegliano e San Daniele

Dodicesima giornata ricca di gol, emozioni e polemiche nel girone A di Prima categoria, dove la lotta per il vertice si fa sempre più serrata, con tutte e cinque le prime della classe che conquistano i tre punti e si inseguono ciascuna a una lunghezza di distanza. Dopo lo stop nell’ultimo turno, il Pravis 1971 torna alla vittoria, passando per 2-1 sul campo di un ostico Vallenoncello, difendendo così il primo posto. Decisive per gli ospiti le reti di Del Col e Fuschi, mentre ai locali non è bastato De Rovere.

Tiene il passo il Vivai Rauscedo Gravis, che tra le mura amiche vince una partita al cardiopalma contro un Union Rorai rimaneggiato, con un finale thriller che ha scatenato non poche polemiche. I padroni di casa si portano avanti già dopo due minuti con Moretti e raddoppiano al 10’ con D’Andrea su punizione. Nella ripresa l’Union prima accorcia con un bel tiro da fuori di Bidinost e poi agguanta il pareggio con Conzo. Il Vivai passa di nuovo in vantaggio con Marson sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma al 92’ Soldan fa 3-3 facendosi trovare pronto sul secondo palo. Quando il risultato sembrava ormai scritto, tre minuti più tardi, a tempo ormai scaduto, ecco l’episodio decisivo: lancio di Felitti per D’Andrea, che scatta da posizione irregolare e realizza il 4-3 finale tra le proteste ospiti che hanno fruttato non poche ammonizioni.

Punti importanti anche quelli guadagnati dall’Unione SMT contro il Camino. Decisiva la doppietta di Fantin, a segno al 27’ e al 69’, mentre la rete di Pandolfo all’89’ ha consentito ai locali di giocarsela fino alla fine. La squadra di Sequal, Meduno e Travesio può dunque proseguire il suo cammino al terzo posto.
Appena fuori dal podio troviamo il Sedegliano, vittorioso per 2-0 contro il Sarone Caneva grazie ai centri di Cristian Biasucci su rigore e Borgna.

Di Benedetto, Masotti e Chiavutta firmano il successo del San Daniele contro l’Azzanese, che ha dato filo da torcere agli udinesi mantenendosi in partita con Vidal e Satriano, mentre al Vigonovo basta la punizione di Rover per passare sul campo del Ceolini.

Gara combattuta e ricca di gol quella tra Bannia e Liventina San Odorico, chiusasi col risultato di 3-2. A passare in vantaggio sono gli ospiti con Liessi, abile a girarsi da dentro l’area e battere il portiere avversario sul primo palo. Il locali agguantano prima il pari con Perissinotto, lesto a sfruttare un’indecisione ospite, e poi mettono la freccia con la girata in area di Polzot. Nella ripresa il Bannia resta in dieci uomini quando Zaccarin viene atterrato dall’ultimo uomo mentre si involava verso la porta. La Liventina trova più tardi il pareggio con un’autorete, ma Fantuz consente poi ai suoi di conquistare il successo nonostante l’inferiorità numerica.
Nell’anticipo di ieri, infine, la Virtus Roveredo si è imposta 3-2 in trasferta contro il Barbeano.

Le prime foto (ne seguiranno altre...) di Bannia - Liventina S.O.  a cura di Andrea Nicodemo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/ihC46wR.jpg

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 26/11/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,13289 secondi