Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


PRIMA C - Gratton: la gara più bella. Potasso: abbiamo perso Haxhija

I commenti dell'ultimo turno di campionato. Il tecnico del Costalunga sottolinea la prova della squadra, quello del Muggia è dispiaciuto per l'infortunio che terrà fuori per almeno due mesi il suo attaccante. Hanno detto la loro anche Franco, Colautti, Nonis, Sciarrone e Biloslavo

Roberto Franco (jolly dello staff tecnico-dirigenziale del San Giovanni): “I nostri ragazzi sono stati ordinati, non male come prestazione. Possiamo però migliorare”.

Marco Colautti (direttore sportivo del Santamaria): “Ci sono state sì poche occasioni per entrambe le squadre durante la partita, ma abbiamo disputato una buona partita, i ragazzi sono stati determinati e hanno giocato bene. Giocare sul sintetico? Non è un problema per noi, perché abbiamo due campi. Uno è in sintetico e uno in erba naturale, alterniamo sia gli allenamenti sia le partite ufficiali sui due terreni di gioco. Il nostro obiettivo? Vogliamo fare bene, poi vedremo a marzo come sarà la situazione. E’ un campionato particolare viste le 6 retrocessioni”.

Jacopo Nonis (allenatore in seconda dell’Opicina): “Partita rocambolesca. Nel primo tempo Aquileia in vantaggio con un rigore "generoso" per mani di Millach, trasformato da Rigonat. I friulani poi rimangono in 10 per un'entrata scomposta su Martin, costretto al cambio (5 punti di sutura per lui). Nella ripresa la nostra squadra attacca in modo confusionario e rimane in dieci per l'espulsione di Pecorari. Il pari arriva al 33' con un'autorete di un difensore ospite su tiro-cross di Kaurin. Altra espulsione per l'Opicina, questa volta è Obradovic a uscire anzitempo. È Kaurin con un pregevole pallonetto a regalare i tre punti ai gialloblù”.

Luca Gratton (tecnico del Costalunga): “Penso che sia stata la più bella partita in due anni che alleno il “Costa”. Intensità, gioco e li abbiamo mostrati contro la capolista! Per 85 minuti li abbiamo messi nella loro metà-campo. Poi più di dieci occasioni create. Una partita in cui c’è stata una prestazione impressionante. Paghiamo sempre il non trovare il gol. In tutta la gara loro hanno fatto solo due tiri in porta. Un peccato non aver vinto stavolta”.

Maurizio Sciarrone (trainer della Roianese): “Sicuramente due punti persi. Purtroppo non siamo stati capaci di chiuderla, pur avendone più volte avuto la possibilità. C’è rammarico, perché il primo gol del Muggia era palesemente in fuorigioco e nonostante i nostri avversari lo abbiano contestato alla fine, l’operato dell’arbitro li ha di certo favoriti, negandoci un rigore e sorvolando su un gesto di espulsione di Haxhija. Peccato”.

Marzio Potasso (coach del Muggia 2020): “Primo tempo malissimo; siamo andati in svantaggio dopo una decina di minuti, poi al ventesimo abbiamo perso De Luca per infortunio. Nella ripresa ho inserito Vascotto e dopo cinque minuti ha causato un rigore con relativa espulsione. Poi la rete di Pippan e i cambi ci hanno dato fiducia, ci abbiamo creduto fino all’ultimo e su un calcio d’angolo è salito anche il nostro portiere, che - calciando verso la porta - ha trovato Pippan che con un tocco finale ha pareggiato. Dispiace per il grave infortunio ad Haxhija, che dovrà restare fuori per almeno due mesi”.

Roberto Biloslavo (mister del Breg): “L’atteggiamento è stato buono, poteva esserci qualche rischio di sottovalutare l'impegno ed invece i ragazzi hanno fatto bene”.

Massimo Laudani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 27/11/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,58264 secondi