Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


IL DERBY - Torviscosa e Malisana non stanno più nella pelle!

Grande attesa per la sfida di sabato, a un quarto di secolo dall'ultimo scontro diretto. Cantarutti, Turco, Russo e Gammariello aprono il libro dei ricordi e guardano all'atteso match che ormai bussa alla porta...

Correva l’anno 1998. L’anno delle figurine Panini, dei Bierhoff, Baggio, Ronaldo, Hubner, Batistuta…, l’anno de ‘La Copa dela Vida’ di Ricky Martin, l’anno del Pirata Pantani che festeggiava il Tour de France. L’anno dell’ultimo Torviscosa - Malisana. E sabato 2 dicembre 2023 il Beppino Tonello dopo 25 anni farà nuovamente da palcoscenico al derby della Bassa. E non sarà la “solita partita”.

L’ultimo derby si disputò nella stagione 1998-99 in coppa Regione. All’epoca si mischiavano la Seconda e la Terza categoria, gare uniche di sola andata e solitamente giocava in casa la squadra che militava nella categoria superiore, nella fattispecie il Torviscosa in Seconda rispetto al Malisana in Terza. Terminò con il risultato di 1-1 con reti di Simone Cantarutti sul finire del primo tempo e pareggio del Torviscosa con azione di Dario Franco respinta prima della ribattuta in rete di Daniel Ferro.
Il Torviscosa andò vicino alla prima sconfitta storica con il Malisana. Qualche anno prima si disputarono gli ultimi due derby di campionato in Seconda categoria con il Torviscosa che faceva l’en plein di punti (allora erano 2 a match) con altrettante vittorie: 2-0 a Torviscosa e 1-0 a Malisana, gara giocata sotto un diluvio universale e decisa dalla zampata di Rossano Zaninello. A quei tempi il presidente dei granata era Dorino Marcatti, mentre dall’altra parte dirigeva le operazioni lo storico Vito Rizzo.

Abbiamo raccolto alcune impressioni per Friuligol, un excursus storico tra passato e presente…

Simone Cantarutti (ex calciatore di Torviscosa e Malisana) “Non mi ricordo com’è stata l’azione di quel gol che ho segnato nell’ultimo derby, ma ricordo bene che in quella partita entrambe le squadre avevano ricordato Pier Umberto Mazzero, calciatore del Torviscosa prima e del Malisana poi, deceduto il 17 luglio 1998. Nell’occasione noi del Malisana avevamo indossato sotto la casacca una maglietta a lui dedicata con scritto “Piru sempre con noi”. Personalmente ho giocato fino al 1993 nel Torviscosa e poi sono passato al Malisana fino al 2004. Dopo uno spiacevole episodio sportivo che ci è costato la promozione alla categoria superiore ho trascorso due anni al Terzo per poi ripassare nel 2006 al Torviscosa. Sabato il mio cuore mi porterebbe a tifare Malisana in quanto lì ho trascorso i migliori anni da protagonista, anche se preferirei finisse in parità. Di certo sarà un evento sportivo e una festa per tutti e sarò anch’io presente negli spalti”.

Federico Turco (presidente Malisana): “Nell’ultimo derby che si è disputato io ero presente nelle fila del Torviscosa. Venivo da un brutto infortunio e quell’anno a dicembre ero passato proprio al Torviscosa. Mi ricordo molto bene che fu un derby di Coppa terminato 1-1. Quella di sabato è una gara molto sentita in paese e la tifoseria, da sempre particolarmente calda e passionale, si sta organizzando per supportare la squadra, anche considerando che oltre ai tifosi locali abbiamo anche parecchi simpatizzanti da fuori che saranno presenti allo stadio. Per noi che siamo da sempre stati i “cugini poveri” poter disputare nuovamente un derby nella stessa categoria contro una squadra da sempre più blasonata è motivo d’orgoglio, anche se ovviamente spiace sportivamente parlando per quanto accaduto alla società Torviscosa”.

Pasquale Russo (presidente Torviscosa): “C’è molto entusiasmo in paese, la gente non fa altro che parlare della partita di sabato, è motivo di orgoglio per me perché quando ho deciso di assumere la presidenza della società uno degli obiettivi era proprio quello di riavvicinare la gente allo stadio e per sabato è previsto il pienone. Ci siamo organizzati dal punto di vita logistico per accogliere quanta più gente possibile, per non far mancare cibo e bibite, perché al di là della competizione dove spero abbia la meglio il Torviscosa, l’importante sarà festeggiare tutti insieme il terzo tempo in chiosco”.

Michele Gammariello (allenatore Torviscosa) “Abito a Torviscosa, seppur non sia della zona, ma si percepisce parecchio come il derby di sabato sia una partita molto sentita dai tifosi che qui sono assai appassionati e sanguinei e ci tengono a fare risultato. È gente abituata ad altri palcoscenici e campionati, pertanto adesso che i risultati stentano ad arrivare è un dramma quando si perde. Spero non succeda sabato, altrimenti sarà difficile uscire il giorno dopo" afferma con un pizzico di ironia l’allenatore torrezuinese che aggiunge: "Tra l’altro, in questo periodo abbiamo parecchi ragazzi out per infortunio come Bozic e Sesto, anche se spero di recuperare almeno quest’ultimo per sabato. Anche i giocatori ci tengono parecchio, considerando che quasi l’80 percento è di Torviscosa; sono ragazzi che ho visto crescere qui nel vivaio e coi i quali siamo riusciti a costruire la prima squadra”.

Meri Gattel

Fotocopertina: il Malisana che ha disputato nella stagione 1998-1999 l'ultimo derby contro il Torviscosa. In piedi: Del Bianco, Passero, Moro, Pellizzari, Peloi (con la maglia bianca con scritto “Piru sempre con noi”), Verzegnassi E., Pitta G., Vittor, Cristin e mister Marinig. Accosciati: Pez, Cantarutti L., Trevisan, Pitta M., Verzegnassi M., Tuniz, Visentin, Cantarutti S. e Battiston.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 30/11/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,05781 secondi