Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


PRIMA C - Potasso, inchino al Mladost. Gratton: siamo ingenui

Anche Biloslavo, Sciarrone, Nonis e Aiello analizzano le gare dell'ultima di campionato alle quali hanno preso parte le squadre della Venezia Giulia

Roberto Biloslavo (trainer del Breg): “Abbiamo fatto bene contro una buona squadra. Sono contento dei miglioramenti, ma dobbiamo continuare a migliorare e a rimanere sul pezzo”.

Maurizio Sciarrone (coach della Roianese): “Buonissima partita anche tenendo conto delle davvero numerose assenze. E complicata dall’essere passati in svantaggio. Però siamo stati bravi a recuperarla già nel primo tempo e ad aspettare il momento giusto per andare a vincerla. Cosa che si è verificata a seguito di un rigore concesso per fallo su Moriones e trasformato dallo stesso. Poi siamo stati bravi a resistere, nonostante il terreno pesante, al serrate dei padroni di casa e a portare a casa tre punti importantissimi”.

Marzio Potasso (mister del Muggia 2020): “Abbiamo chiuso la partita già nel primo tempo con il risultato di 5-0. Ma più che commentare la partita, vorrei fare i complimenti alla squadra del Mladost, fatta di ragazzi educati che, nonostante il passivo pesante, hanno tenuto un comportamento eccezionale senza mai andare sopra le righe. Ad ogni fallo andavano a chiedere scusa ed alzare l’avversario, alla fine della partita sono andati sotto la tribuna a prendere gli applausi del loro pubblico ma anche del nostro: bravissimi”.

Luca Gratton (tecnico del Costalunga): “In questo momento paghiamo tutto quello che concediamo. E’ un momento negativo nei risultati. Le prestazioni ci sono, ma siamo ingenui e paghiamo ogni disattenzione o errore che commettiamo”.

Jacopo Nonis (allenatore in seconda dell’Opicina): “Buona partita giocata su un campo reso pesante dalle piogge degli ultimi giorni. Abbiamo colpito 3 traverse, due nel primo tempo con Kaurin e una nella ripresa con Fuligno, inoltre non ci è stato concesso un rigore per netto fallo di mano su conclusione da fuori area. Nel finale il Mariano è passato in vantaggio con un bel gol dell'ex Isontina Molli e poi ha raddoppiato mentre ci eravamo riversati in avanti alla ricerca del pareggio”.

Federico Aiello (jolly del San Giovanni): “Anche stavolta è stata una partita che avremmo potuto vincere 1-0 e invece abbiamo perso 3 a 1… Abbiamo preso un rigore che ci è costato caro. Abbiamo una rosa corta di per sé e tanto più perché ci manca gente. Già è un campionato difficile, se poi perdiamo le gare in cui avremmo potuto per lo meno pareggiare una volta andati in svantaggio e fatto quindi l’1-1… Peccato!”.

Massimo Laudani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 04/12/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,54340 secondi