Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


SECONDA E - Il Turriaco imbriglia la Fortezza

Nessun gol fra le due contendenti, anzi uno, ma annullato per fuorigioco ai gradiscani che chiudono in dieci

 

TURRIACO – LA FORTEZZA 0-0

TURRIACO: Sandri, Pelos, De Angelini, Zin, Pasquali, Diouf, Mininel, Luca Veneziano, Radev, Negrin, Francesco Capitanini. A disposizione: Marcolini, Giuseppe Capitanini, Vincenzo Capitanini, Bianco, Durelli, Pasian, Cuzzolin, Mancino. Allenatore: Roberto Veneziano.

LA FORTEZZA: Ballerino, Ramic, Abrami, Bedin, Noto, Venuti, Ferraro, Suerz,. D’Odorico, Maione, Battistutta. A disposizione: Piccolo, Oriecuia, Gaspardis, Cantarutti, Andrea Franz, Feruglio, Scrazzolo, Luca Franz. Allenatore: Fabio Maranzana.

ARBITRO: Francesco Polizzi sez. Trieste 

TURRIACO – Rallenta òa marcia in vetta La Fortezza, costretta ad andare in bianco al “Minin” contro un buon Turriaco. Primo tempo con buona intensità di gioco ma poche occasioni da rete, una delle quali, al 7’, non sfruttata da Battistutta su cross di D’Odorico. Al quarto d’ora sugli scudi il portiere ospite Ballerino a negare il gol ai locali su gran tiro da fuori area. Tegola per i gradiscani quando Noto è costretto ad abbandonare il campo per infortunio dopo un duro contrasto.

In avvio di ripresa Battistutta prova a sorprendere Sandri da metà campo, poi al 9’ il neo entrato Scrazzolo illumina per Maione, tradito da uno strano rimbalzo del pallone al momento di calciare. Ci prova al 28’ lo stesso Maione con palla di poco a lato. Al 32’ Venuti in mischia conclude verso la rete da pochi passi ma Sandri di … sedere salva, trovandosi poi il pallone fra le mani dopo una carambola. L’ultima parte di partita, dopo un gol annullato a Feruglio per fuorigioco e l’espulsione di Ramic per proteste contro l’assistente di parte, è caratterizzata dalla voglia da ambo le squadre di portare a casa l’intero bottino, ma il triplice fischio manda tutti sotto la doccia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 11/02/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,45946 secondi