Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


SERIE A2 - Maccan beffato. Ma è solo un incidente di percorso

I gialloneri di Sbisa scivolano 4-3 a Isola d'Asti, chiudendo una settimana decisamente impegnativa...

PGS AVIS ISOLA - MACCAN PRATA 4-3
Gol: P.T. 5’ Lari (M), 11’ Torino (PGS). S.T. 9’ Lari (M), 9’ Corsini (PGS), 11’ Torino (PGS), 13’ Lari (M), 20’ Itra (PGS).

PGS AVIS ISOLA: Marcelo, Balladelli, Karaja, Arneodo, Corsini, Fazio, Colucci, Torino, Piazza, Itria, Morrone, Lai. All.: Tabbia.

MACCAN PRATA C5: Boin, Martinez, Genovese, Marcio, Eric, Biancato, Spatafora, Imamovic, Khalil, Zecchinello, Verdicchio, Lari. All.: Sbisà.

ARBITRI: Carnazza, Corsini. Crono: Elia.

NOTE - Ammonito Biancato (M). Espulso Fazio (PGS).

Quinta giornata del girone di ritorno per il Maccan con gli uomini di Sbisà che affrontano la terza partita in 7 giorni dopo la bella vittoria contro Rovereto e la gioia immensa della Coppa Italia.
Partono contratti Boin e soci con la Pgs che aggredisce molto alta, fa possesso ma non trova precisione in fase realizzativa. E’ un recupero di Spatafora a innescare Lari a tutto campo per quella che rappresenta la prima vera occasione del match per i gialloneri. Eric prova ad approfittare del campo corto e spara appena dopo la metà campo, centrale e prevedibile.

A sbloccarla ci pensa Lari, lestissimo nell’eludere la marcatura su lancio millimetrico a tutto campo di Boin.
É lo stesso numero uno a salvare il risultato 90 secondi dopo con una gran spaccata a sigillare la porta, ripetendosi a 13’ dall’intervallo con un riflesso felino sul primo palo.
In una prima metà di frazione avara di occasioni Imamovic sfiora il raddoppio incornando dopo una torsione aerea da cineteca, ma il pallone finisce alto sopra il legno. Il pareggio di Torino arriva all’11' quando Marcelo sale palla al piede e calcia di potenza, trovando sulla traiettoria il compagno di squadra per la deviazione che spiazza Boin.
Nel catino di Isola d’Asti gli spazi stretti rubano qualità alla manovra Maccan con lo spettacolo che ne risente, offrendo una gara con pochissime opportunità da gol. Ci prova Genovese su schema da punizione e poco dopo Imamovic, con la sirena dell’intervallo a chiudere 20’ non proprio esaltanti.

E’ un inizio ripresa in salita senza particolari sussulti, con le energie spese in Coppa che si fanno sentire nell’economia della partita. Boin ci mette ancora una pezza su due conclusioni consecutive e la svolta sembra poterla dare ancora il capocannoniere del campionato. Martinez viene steso in area e sul rigore Lari porta avanti ancora il Maccan ma dopo 30” Corsini rimette le cose in parità. I padroni di casa premono ancora e passano in vantaggio per la prima volta con un sinistro al volo di Torino direttamente da corner. La partita si incendia. Fazio guadagna la doccia anzitempo con un tackle folle su Marcio e Lari piazza la tripletta sfruttando la superiorità numerica a 7’ dalla fine.
In un finale concitato la beffa arriva a 4” dalla fine con un tiro libero piemontese trasformato da Itria per il 4-3 conclusivo.

La truppa di Sbisà chiude una settimana decisamente impegnativa perdendo su un campo difficile, dove la squadra di casa ha raccolto 17 dei 21 punti totali. Sono 8 ora le lunghezze di vantaggio su Sestu inseguitrice, che nella giornata odierna ha pareggiato 2-2 a Rovereto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 17/02/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,11450 secondi