Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


SERIE B - Capolavoro del Naonis a Mestre. Manzano, pari da brividi

La squadra di Criscuolo supera 4-3 il quotato Bissuola, rilanciandosi in chiave salvezza, mentre i gialloblù strappano a Vazzola un sofferto 3-3 contro il Miti Vicinalis

Stavolta è il Naonis a piazzare il colpo grosso: il team di Criscuolo imita il Manzano, anche meglio, andando ad espugnare per 3-4 il parquet del quotato Bissuola. A Mestre è battaglia, parte forte la squadra di casa avanti 2-0 con Brunetti e Canuto, ma la replica di Baldo e Moras rimette la gara in parità all'intervallo. In avvio di ripresa il Naonis ha piu gas e con la premiata ditta Moras-Baldo sprinta sul 2-4. Finale palpitante ma il fortino eretto dal mister Criscuolo regge e la rete allo scadere di Brunetti non incide sui tre punti che prendono la strada di Pordenone. Neroverdi che salgono a quota 6 in classifica e vedono a 11 il Padova ed il Miti Vicinalis, prossimo avversario a Vallenoncello.

Manzano esce con un punto da Vazzola; bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto difficile a dirlo visto che i seggiolai la sbloccano dopo 2' con una punizione di Fabbro; polveri bagnate in fase offensiva e gli errori si pagano cari con Zala e Osmani che la ribaltano all'intervallo. Ripresa condensato di emozioni, Manzano sotto rete non punge fino a al 13' quando un tiro di Kandic sporcato da un difensore carambola in rete per il 2-2.
Finale vietato ai deboli di cuore, disattenzione difensiva quasi fatale a 1'57" dalla fine, Casagrande ringrazia e riporta avanti il Miti sul 3-2; Asquini prova la mossa del portiere volante che stavolta paga, con Costantini che in mischia timbra il 3-3 a 34" dalla fine. Il tecnico udinese rischia e non poco col portiere di movimento, gialloblù che si salvano con l'aiuto della sirena sul tiro di Casagrande che s'insacca un attimo dopo lo stop non venendo convalidato.
In classifica il Manzano ora sente il fiato del Monastir che ha rifilato 7 sberle ad un Bubi Merano a sua volta trascinato nella zona pericolo. E sabato alle 19 è in programma lo scontro diretto proprio a Manzano.

Foto: Naonis (fonte pagina Facebook).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 17/02/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,12044 secondi