Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


TRIESTINA - Bordin: dispiace, potevamo far meglio

Gli alabardati escono dai playoff sconfitti a Benevento: Il tecnico: «La squadra ha provato sino alla fine dopo aver regalato due gol»

Benevento qualificato ai quarti di finale dei play-off (a discapito della Triestina) assieme a Carrarese, Juventus Next Gen, Catania e L.R. Vicenza nonché le tre classificate alla fine della stagione regolare (Padova, Torres e Avellino).

Gaetano Auteri (tecnico del Benevento): “Abbiamo fatto una buona partita contro una squadra forte e credo che sul piano dei meriti la nostra qualificazione non sia in discussione. Siamo stati colpiti a freddo, ma non ci siamo disuniti, l’abbiamo ribaltata e continuato a creare. Poi ci sta di poter soffrire, perché in questi play off ci sono tante squadre importanti ed era inevitabile concedere qualcosa. L’unico rammarico è quello, che in alcuni momenti potremmo gestire meglio la palla, perché ci sono state tante situazioni in cui loro erano passivi e troppo spesso abbiamo forzato la giocata. Dovremmo imparare a gestire queste situazioni, ma nel complesso abbiamo fatto una grande gara. La squadra sta bene, adesso vedremo chi prenderemo». E ancora: «Il vantaggio della Triestina è arrivato su calcio piazzato e Malomo ha fatto un gran gol. Non è stata una questione di approccio, anzi la squadra non si è disunita, ha messo i suoi argomenti in campo e l’ha ribaltata, contro un avversario che ha giocatori importanti, almeno 5 - 6 di spessore assoluto. Questo è un gruppo sano e abbiamo bisogno di tutto questo per fare un percorso importante e andare avanti fino alla fine. Ribadisco che abbiamo bisogno di tutti».

Roberto Bordin (allenatore della Triestina): «La squadra ci ha provato fino alla fine. Abbiamo regalato due gol, perdendo palla in uscita. Abbiamo preso un altro eurogol dopo quello dell’andata e preso altri due pali. Mi dispiace per i ragazzi perché poteva girare meglio. Abbiamo dovuto concedere qualcosa alla fine, dispiace ma dobbiamo accettarlo. Abbiamo fatto buone cose partendo dal basso e rischiando qualcosa nell’uno contro uno. Alla fine eravamo stremati, i ragazzi hanno dato tutto. Hanno creato palle gol importanti, oltre ai pali ci sono state altre occasioni non sfruttate. Dispiace per la società perché ci credevamo. Potevamo sicuramente fare meglio, dopo aver fatto gol dovevamo mantenerlo senza rischiare. E’ un peccato, dispiace per la società e per dei ragazzi che hanno dato tutto provandoci fino alla fine. Abbiamo espresso un bel gioco, erano convinti di poter fare bene. Peccato per gli infortuni in uscita, abbiamo regalato due grandissimi gol. Nella somma delle due partite abbiamo fatto un bel calcio, c’è stato un pizzico di sfortuna se consideriamo i quattro pali. Mi sono dovuto giocare un cambio con Malomo, un altro infortunio dopo quello dell’andata del portiere. Abbiamo cercato di giocarcela con i fraseggi e non con le palle lunghe. Ho provato a giocarmela con due mezze punte, ma non è andata bene».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 19/05/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,56876 secondi