Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


CASARSA - Zavagno: i miei ragazzi possono arrivare in prima squadra

Il mister degli Under 17 Provinciali gialloverdi commenta la grande annata dei suoi, attesi dalla finalissima playoff contro la Bujese


Stagione ricca di soddisfazioni per gli Under 17 del Casarsa, che hanno superato nella doppia semifinale la Roianese guadagnandosi così l’ultimo atto dei playoff provinciali contro la Bujese, che metterà in palio la promozione tra i Regionali.
Dopo il successo per 4-2 nella gara d’andata, i gialloverdi si sono imposti anche a Trieste per 2-0, frutto di un’azione personale di Rachidi e della stoccata di Zorzi al termine di una trama corale.

Inevitabilmente soddisfatto mister Mauro Zavagno: “Abbiamo disputato una grande annata, abbiamo vinto entrambi i gironi perdendo poi solo contro il Codroipo, tra pali, traverse e gol annullati. Ora viene questa sfida alla Bujese, che conosco ma mi dicono essere una bella squadra”.

Un eventuale successo gratificherebbe ancor di più il lavoro giovanile della società: “Gli Juniores si sono salvati nei Regionali, tra l’altro utilizzando costantemente, da gennaio, 3-4 dei miei ragazzi. Speriamo anche noi di conquistare il posto tra i prossimi Regionali per i 2008”.

Nel frattempo, il futuro sembra roseo in quel di Casarsa: “La nostra squadra proviene quasi tutta dal vivaio, eccetto qualche innesto dalla Sanvitese. Siamo un bel gruppo, si può lavorare molto bene su questi ragazzi e credo finalmente potremo portare qualche elemento fino alla prima squadra. Sappiamo bene che a 17/18 anni molti smettono, quindi c’è poco riciclo di calciatori adulti, ma qua c’è materiale da cui attingere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 20/05/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,11945 secondi