Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


FASE NAZIONALE - A Flaibano il ciclone Morazzone vince il primo round

Grazie a due reti nel primo tempo gli juniores lombardi s’impongono nella gara di andata della fase tricolore, fortemente condizionata da un diluvio incessante

RIVE D’ARCANO FLAIBANO - MORAZZONE 0-2
Gol:
16'Ottoboni (M) ; 19’ Manzato (M)

RIVE FLAIBANO: Zanin, Filippig (67’ Petrovic D.), Degano, Gori (75’ Perna), Domenicone D., Fallone, Domenicone N. (85’ Piccoli), Ruffo, Secli (61’ Boschi), Alessio, Busi (50’ Di Biaggio). A disposizione: Rizzi, Molinaro, Petrovic O., Arboritanza. Allenatore: Andrea Bruno.

MORAZZONE: Russetti, Borghi, Pedrotti, Fusani, Ottoboni (Di Corrado), Caporali, Mocellin, Daghini (83’ Gjergji), Casella (88’ Piscitiello), Ruzza (70’ Castrovillari), Manzato (58’ Caponnetto). A disposizione: Poletti, Carrozzino, Cremona, Zanetti. Allenatore: Marco Dallo.

ARBITRO: Roberto De Stefanis (Udine) Assistenti: Davide Bignucolo (Pordenone); Piero Mansutti (Basso Friuli). Quarto uomo: Francesco Zannier (Udine).

NOTE - Ammonizioni: 32’ Domenicone N. (R). Corner: 11 (R) ; 3 (M). Recupero: 1’ ; 5’

Impegno infrasettimanale per la formazione Juniores del Rive Flaibano, che affronta in casa la gara di andata dei Quarti di Finale della Fase Nazionale, perdendo per 0-2 contro i varesini del Morazzone.

Allo stadio “Remigio Picco” si gioca sotto una pioggia torrenziale, che mette a dura prova la stabilità dei calciatori e la tenuta del terreno di gara. Nonostante le insidie atmosferiche, le due formazioni approcciano il confronto in maniera arrembante e al 5’ si assiste alla prima palla gol: gli ospiti sviluppano rasoterra un pregevole contropiede a treccia, con tocco illuminante di Mocellin, velo di Ruzza e conclusione piazzata di Casella da dentro l’area di rigore, ma il portiere Zanin è lucido e para in due tempi. La replica dei locali arriva al 12’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo: Secli raccoglie la respinta di Russetti, e una volta superato l’avversario con una finta di corpo, calcia di sinistro, sfiorando il montante. Due minuti più tardi ulteriore corner dalla destra per il Rive, con colpo di testa di Nicholas Domenicone che bacia la faccia superiore della traversa. Appena oltre il quarto d’ora, nuova azione elaborata per la squadra lombarda che produce un'occasionissima in favore di Manzato, fermato dalla deviazione prodigiosa e decisiva di Zanin. Ma sul tiro dalla bandierina che ne consegue, il numero uno di casa non può nulla: Casella centra il palo di testa e sulla respinta Ottoboni è il più reattivo, concretizzando il tap-in vincente. La squadra friulana subisce il contraccolpo e al minuto 19 capitola nuovamente: Daniel Domenicone tenta un retropassaggio al portiere che viene rallentato dal terreno impregnato d’acqua, favorendo la corsa di Manzato, letale nel siglare lo 0-2. Nei successivi tredici minuti gli ospiti controllano il risultato senza patemi, ma al 32’ la squadra di mister Bruno si riaffaccia oltre la trequarti offensiva, consentendo a Secli di calciare verso la porta; Russetti respinge, ma si fa scappare la sfera bagnata, riuscendo ad anticipare per un soffio la scivolata di Domenicone. Poco dopo il numero 7 ha una nuova opportunità, murata sul più bello dalla difesa, mentre sull’azione successiva Gori esplode un diagonale dal limite dell’area che sfiora il palo.

All’intervallo l’arbitro De Stefanis torna sul terreno di gara assieme ai due capitani per valutare le condizioni del manto erboso, e in considerazione delle diminuite precipitazione, opta per proseguire la sfida, posticipando però di 15 minuti la ripresa del gioco.

Nel secondo tempo va in scena un vero e proprio assedio del Rive Flaibano all’area di rigore varesina. Ci prova Degano attraverso un bolide che l’impietrito Russetti osserva uscire di un soffio alla sua sinistra; poi tocca a Nicholas Domenicone, ma la deviazione da sottomisura è debole e imprecisa. Sul fronte opposto Zanin si rivela provvidenziale a più riprese, anticipando con tempi perfetti i contropiedi del Morazzone, mentre al 62’ viene graziato dalla spettacolare conclusione di Mocellin, che lambisce l’incrocio dei pali. L’indomito impeto degli azzurro-gialloneri non conosce soluzione di continuità, portando a collezionare punizioni e calci d'angolo. Sugli sviluppi di uno di questi Alessio interviene di testa con lempi perfetti, tuttavia, la sua girata è appena alta sulla traversa. La chance più preziosa però si concretizza a un minuto dal traguardo, quando la sponda aerea del subentrante Perna si trasforma in assist per Di Biaggio, che da posizione centrale cerca la precisione, concludendo tra i guantoni di Russetti.

È l’ultima occasione di un confronto che premia la maggior concretezza offensiva della formazione lombarda, lasciando tanto amaro in bocca al Rive Flaibano, ma anche la consapevolezza di avere tutte le potenzialità per riaprire il discorso qualificazione, fra tre giorni sul sintetico di Morazzone.

Luca Ursig

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'intervista post gara
Bruno: Piano gara rovinato dal meteo. 0-2 ribaltabile

Le parole del mister della squadra Juniores, al termine della sconfitta nella gara di andata contro il Morazzone...Leggi tutto

https://i.imgur.com/gC0ZuyU.jpeg

https://i.imgur.com/U7qqsjD.jpeg

https://i.imgur.com/Q6ZrZdD.jpeg

https://i.imgur.com/9S1QXmP.jpeg

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 22/05/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,14169 secondi