Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


TAGLIAMENTO - Commessatti: ambiziosi. Michelutto: non basta salvarsi

Biancoverdi attivi sul mercato fin da subito per continuare a stupire: "Ora tocca al ds Cominotto portarci almeno tre giocatori di categoria" sentenzia il presidente. "Un centravanti per l'addio di Guerra, un portiere e poi si vedrà" conferma il tecnico

Stagione esaltante per il Tagliamento che dopo 52 anni dalla fondazione, vince il primo campionato e sbarca in Prima categoria. Il presidente Manuel Commessatti riconferma ai nostri microfoni tutto lo staff tecnico dopo questo storico successo: "Mister Michelutto è riconfermatissimo con il vice Marco Picogna ed il preparatore dei portieri Fausto Bazzara, sono molto contento del loro lavoro. Dopo 52 anni di storia è la prima volta che vinciamo un campionato perchè siamo sempre saliti con i playoff ed è qualcosa di storico, siamo ancora impegnati con i festeggiamenti. Per il prossimo anno puntiamo come obiettivo minimo ad una salvezza tranquilla, ma vorremmo fare anche qualcosa in più. Ora tocca al ds Federico Cominotto costruire la squadra, ci servono almeno tre giocatori di categoria, ma per il resto il gruppo è già pronto. Serve solo un po' di mentalità ed esperienza con pochi tasselli ben studiati".

Non tarda ad arrivare anche il parere del tecnico Luca Michelutto, fresco di vittoria e riconferma: "Bisogna avere la mentalità di far sempre meglio, limitarsi alla salvezza è riduttivo, vogliamo qualcosa in più. Noi insieme al Riviera siamo già pronti per la categoria ma bisogna sempre migliorare ed aggiungere qualche tassello per confermarsi bene nelle serie superiori. Abbiamo caratteristiche diverse ma ci siamo equivalsi per tutto l'anno, abbiamo meritato noi la vittoria ma l'avrebbero meritata anche loro. Peccato perchè l'impegno di Coppa Regione è arrivato in un momento sbagliato, in cui non siamo stati in grado di affrontare al meglio quella gara. Abbiamo perso meritatamente, ma potrebbe essere stata la svolta per il percorso in campionato, per non farci mollare mai. Sono contento per la gente di Dignano per questo traguardo storico raggiunto, il primo campionato chiuso al primo posto e sicuramente dà più soddisfazioni di un playoff vinto. Penso alla loro gioia e sono contentissimo perchè sono gente speciale. Per il prossimo anno stiamo cercando sicuramente un centravanti perchè Guerra ha deciso di cambiare perchè resta a Udine. Stiamo valutando anche di prendere un portiere e vedremo cosa troveremo sul mercato".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 29/05/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,23796 secondi