Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


ISONZO SAN PIER - Musig: l'anno prossimo vogliamo solo vincere

Il ds non si nasconde: "Abbiamo programmato il salto di categoria in tre anni ed è arrivato il momento di fare sul serio"


L'Isonzo San Pier dopo un ottimo campionato nel girone C di Prima categoria, si candida fin da subito tra le pretendenti alla vittoria nella prossima stagione. Il ds Mauro Musig non fa giri di parole e punta dritto verso la Promozione: "Non ci saranno cambiamenti nello staff tecnico, abbiamo riconfermato mister Fabricio Nunez un mese prima della fine del campionato insieme agli altri. Da lì si parte e il prossimo anno dobbiamo vincere, l'abbiamo programmato: salto di categoria in tre anni e speriamo di farcela. Abbiamo fatto una grandissima stagione, possiamo tranquillamente dire che siamo in linea con i nostri obiettivi ma ai playoff potevamo giocarcela meglio, rimane un po' di amaro in bocca. Ci bastava portare a casa la vittoria con il Breg ma non fa nulla. Qualche punto in più si poteva portare a casa, ma è andata così. Siamo comunque fieri dell'operato dello staff e della rosa".

GIRONE C - "È stato un campionato strano, lo sapevamo dall'inizio perchè con tante retrocessioni e ottime squadre, diventa sicuramente difficile. La differenza tra la zona retrocessione e quella promozione era davvero minima, se si sbagliava qualche partita ci si ritrovava invischiati nei bassifondi e bisognava fare punti ogni settimana. Noi abbiamo costruito una squadra buona proprio per non soffrire e puntare ai playoff. Ci siamo riusciti e bisogna essere obiettivi perchè il Muggia che ha vinto e l'Azzurra che è arrivata seconda, erano più equipaggiate. Non abbiamo comunque sfigurato, una l'abbiamo persa, un'altra pareggiata, merito a loro perchè meritano i complimenti per il lavoro fatto, come li faccio anche alla nostra società che ha fatto le cose bene, allo staff e alla squadra. Abbiamo avuto due attaccanti che hanno segnato 40 gol in due, neanche il Muggia aveva un attacco del genere. Alcuni ragazzi sono arrivati dal settore giovanile, Puntaferro ha fatto un gran campionato dopo che l'anno scorso mister Nunez ha lavorato a livello mentale con lui, aumentandogli l'autostima. In questa stagione possiamo dire che è esploso, è un 2002 quindi merito a lui che ha segnato 21 gol".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 31/05/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,16515 secondi