Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


LCFC ROAD TO FINALS - Cobra Calcio di misura, Sacile cala la manita

Nella seconda giornata i rosanero battono 1-0 il Turkey Pub e si avvicinano alla qualificazione. Negli altri due gironi, lo Jalmicco continua la rincorsa verso la capolista Forcate, mentre i sacilesi schiantano 5-1 anche la Savognese e mettono sempre più in ghiaccio il primato

 

Anche la seconda giornata delle Finali Regionali della Collinare hanno regalato emozioni, grandi giocate e anche alcune sorprese a rendere tutto più affascinante e aperto a ogni risultato. La prossima settimana ci sarà il terzo e decisivo turno per conoscere le tre qualificate al triangolare finale per capire chi otterrà l’ambito titolo.

Nel girone A non si ferma la corsa lanciata del Cobra Calcio, corsaro anche sul temibile campo del forte Turkey Pub. In una contesa avvincente e con chance da entrambe le parti, la decide uno sfortunato autogol di De Sabbata per lo 0-1 finale che premia i rosanero pordenonesi, sempre più primi con 4 punti e a un passo dalla qualificazione (basta un pari all’ultima per avere la certezza di chiudere al primo posto). Termina, invece, a reti bianche la sfida tra l’Arta Terme e il Vacile, dopo un match lottato da entrambe e dove le difese l’hanno fatta da padrone. Per tutte e due le squadre questo pari sancisce per loro l’eliminazione perché a un turno dal termine non riusciranno più a prendersi il primato.  

Nel gruppo B vanno a gonfie vele Forcate e Jalmicco (vittorioso al suo debutto, visto che la prima gara era stata rinviata). La compagine di Fontanafredda fa due su due avendo la meglio per 4-1 della Dognese con le reti di Carli, Calzavara, bomber Barbetta e la zampata finale di Indirli, mentre classico gol della bandiera per gli ospiti messo a segno, per il provvisorio 2-1, da Squecco. Dall’altro lato, grande successo casalingo per 3-1 in favore dei biancazzurri di Palmanova contro il Cormòns, il quale saluta anzitempo le speranze di passare alla fase finale visto la doppia sconfitta patita. I locali colpiscono con la zampata sul secondo palo di Ghedin, raddoppiano con un preciso diagonale ad opera di Andrea Iurlaro e piazzano il tris per la sicurezza con un gran tiro da fuori area da parte di Zompicchiatti, mentre ai biancorossi non è bastato il momentaneo sussulto del 2-1 con Nejc Scurek per strappare un risultato positivo.

Nei posticipi di lunedì 3, nel raggruppamento C, il Sacile continua ad essere una vera schiacciasassi, imponendosi per 5-1 anche contro la Savognese. Dopo l’esordio casalingo vincente per 3-0, i sacilesi si confermano una grande squadra e non danno scampo agli ospiti, che riescono solo a trovare il momentaneo gol dell’1-1 con Gabriele Zabrieszach. I neri pordenonesi, però, vanno a gonfie vele e dopo l’iniziale segnatura con il colpo di testa di bomber Mantellato, sfruttano i maggiori cambi a loro disposizione e piazzano le successive marcature nell’ordine con Lucchese sempre nella prima frazione di gioco, mentre nella ripresa allungano con Petraz, Subashi e Gjoklaj. Nell’altra partita, si rimette in corsa il Drag Store grazie ad un roboante 5-0 a domicilio contro il San Vito al Torre. Prove da incorniciare per Nicolas Bertoni (doppietta) e di un grandioso Simone Delpin, autore di una tripletta d’applausi che rilancia la candidatura della sua squadra e risulterà decisivo lo scontro finale contro la grande capolista Sacile per decretare chi riuscirà a chiudere il girone davanti a tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 04/06/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,12497 secondi