Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


RIVE FLAIBANO - Kabine: decisione soffertissima ma presa con onestà

Il goleador ha deciso di lasciare la società gialla-nerazzurra: "Avevamo l'accordo per il prosieguo ma ho avviato un'attività che ha aumentato esponenzialmente la mole di lavoro richiesta. Se non posso dare il 100% è meglio non prendere impegni"


Fulmine a ciel sereno in casa Rive Flaibano dove la punta di diamante, Mehdi Kabine, è stato costretto all'addio per motivi personali che ci spiega con le sue dichiarazioni: "Avevamo già l'accordo per il prosieguo al Rive Flaibano ma, avendo avviato un'attività quest'inverno, le cose sono cambiate e la mole di lavoro è aumentata in maniera esponenziale. Questo mi ha dato parecchie difficoltà nello svolgere entrambe le cose. Se prendo un impegno devo dare il 100% altrimenti è meglio non prenderlo per cui ho deciso di investire il mio tempo nel lavoro piuttosto che nel calcio perchè l'Eccellenza richiede un impegno fisico e psicologico importante. Sicuramente dal mio punto di vista la decisione è stata molto sofferta perchè da quando sono piccolo ho solo ed esclusivamente giocato a pallone. Il rapporto con il Rive Flaibano e con il presidente è splendido, dirigenti e compagni hanno rispettato la mia scelta perchè sanno che sono onesto e non ho voluto tenere un piede in due scarpe. Ho un affetto spropositato per tutti loro che continuerà a prescindere da questa decisione".

FUTURO - "Non calcherò campi estremamente impegnativi del punto di vista psico-fisico come Eccellenza o Promozione. Mi impegnerò con una realtà che mi dia meno pressioni ma che comunque mi tenga impegnato mentalmente ed allenato fisicamente. Il calcio sarà sempre la mia vita, sceglierò quello che a pelle mi dà delle sensazioni positive. Ad oggi non ho avuto richieste anche perchè non ho avuto il tempo materiale di parlare con nessuno, essendo in Liguria per lavoro. Sceglierò con calma una società sana e genuina come lo è stato il Rive Flaibano. Mi hanno dato tante soddisfazioni che penso di aver ricambiato e rimarranno per sempre nel mio cuore".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 05/06/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,13115 secondi