Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


LA FUSIONE - Da Zaule e Muggia 2020 è nato il Muggia 1967

Battesimo ufficiale per la nuova realtà. Giani: "Nel giro di qualche anno penso che potremo puntare alla D". Bertocchi: "Solo unendo le forze si possono ottenere certi risultati, a cominciare dalla valorizzazione del settore giovanile"

Il Comune di Muggia, rappresentato dal sindaco Paolo Polidori e dall’assessore allo sport Alessandra Orlando (e al loro fianco c’erano anche i “federali calciofili” Ermes Canciani e Domenico Nicodemo), ha tenuto a battesimo ufficialmente l’inizio del percorso del nuovo Muggia 1967, sodalizio nato dalla fusione di Zaule Rabuiese e Muggia 2020.

Luigi Giani (presidente dello Zaule Rabuiese): “Porto l'entusiasmo di un ventenne con l'esperienza degli 80 anni (d’età, ndr), molti dei quali spesi nel mondo del calcio. Crediamo profondamente in questo progetto, che punta a dare a Muggia il calcio di un certo livello. Nel giro di qualche anno credo che potremo puntare alla Serie D, realizzando un settore giovanile degno di questo nome e partendo comunque da una base già abbastanza bene strutturata ma con la prospettiva di crescere a partire dalla qualità dei tecnici. Le due società sono sane e arrivano a questa fusione senza debiti da coprire, potevamo anche continuare ognuno per la propria strada, ma gli spezzettamenti portano a risultati solo parziali”.

Marco Bertocchi (massimo dirigente del Muggia 2020): “Nella nostra breve storia abbiamo compiuto passi da gigante, ma oggi pensiamo che questa fusione sia la strada giusta per dare a Muggia e ai suoi ragazzi qualcosa di importante. Ci saranno intoppi, dobbiamo ancora imparare a conoscerci bene ma sono certo che solo unendo le forze si possono ottenere risultati, a cominciare dalla valorizzazione del settore giovanile”.

Massimo Laudani

Foto: fonte pagina facebook Zaule Rabuiese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 11/06/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,12927 secondi