Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


3 STELLE - Francovicchio: "Accetto con serenità la separazione"

L'allenatore lascia la panchina giallo-rossoblu dopo cinque anni, di cui due alla guida della prima squadra. "È stato un percorso importante, ora voglio continuare con le prime squadre che mi hanno fatto appassionare ancora di più"

Il Tre Stelle ha comunicato al suo ormai ex tecnico, Luca Francovicchio, che non intende proseguire il rapporto professionale che legava il mister al sodalizio giallo-rossoblu. L'allenatore non fa drammi e accetta con filosofia e fair play la decisione: "Non c'è stata la riconferma, ma ho appreso la decisione molto serenamente. Dopo cinque anni qui, di cui due in prima squadra, forse era giusto separarsi. Lo scorso anno abbiamo partecipato ai playoff classificandoci quarti, mentre quest'anno siamo arrivati secondi, ma abbiamo perso contro la Reanese. Due risultati buoni, con un piccolo miglioramento anche se speravamo nella vittoria del campionato, che non è stata possibile in quanto le avversarie sono state di altissimo livello."

SEPARAZIONE CONSENSUALE- "La riconferma non è mai sicura, non l'ho mai sentita come qualcosa di scontato. È giusto così, vogliono provare a cambiare qualcosa. C'è molta carne al fuoco perché i ragazzi sono bravi e propensi al sacrificio. Sicuramente otterranno ottimi risultati, ho accettato la decisione senza problemi."

GRUPPO - "Molto bello, i giocatori sono dediti al sacrificio, vogliono mettersi in gioco ed è un bel mix di giovani ed esperti. C'è tanto margine di miglioramento. Starà alla società riuscire a migliorarlo ancora di più, serve solo un po' più di fortuna rispetto a quest'anno perché la rosa è lunga e più che valida."

FUTURO - "Penso di aver fatto il mio percorso nelle giovanili, con quasi dieci anni di esperienza. Negli ultimi anni mi sono avvicinato bene alle prime squadre e penso che il mio posto sia questo. Allenando la prima squadra è aumentata la mia passione. Possono anche esserci anni sabbatici, vedremo se arriveranno offerte. Il calcio è bello da vedere sui campi, la televisione non mi appassiona più di tanto, il mio mondo è il calcio dilettantistico e mi piacerebbe girare i campi per assistere a quante più partite possibili."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 12/06/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,15196 secondi