Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


SECONDA A - San Leonardo celebra la storica promozione in Prima

La fusione tra Zaule Rabuiese e Muggia 2020 porta i rossoblù in Prima Categoria. Il Presidente Mattiuzzi: "Gioia immensa, ora lavoriamo per una squadra competitiva"

C’erano buone speranze e ottime sensazioni nell’aria, ma fino alla conferma nessuno voleva sbilanciarsi o brindare. Dopo una lunga attesa, la conferma è arrivata e il San Leonardo può gioire per la promozione in Prima categoria, la prima nella loro storia. Un bel cammino concluso con il secondo posto nel girone A di Seconda Categoria e, grazie al successo nel play-off contro il Valvasone, si era preso il primo posto nella graduatoria dei ripescaggi. Alla fine, i rossoblù possono brindare grazie alla fusione tra Zaule Rabuie e Muggia 2020, che ha portato alla nascita della squadra Muggia 1967 che giocherà in Eccellenza. Questo ha innescato un domino di compagini promosse, tra cui il team pordenonese.

Una promozione meritata per i tanti sforzi profusi dal San Leonardo, con lo storico presidente 82enne (festeggiato ieri il compleanno: auguri!) Alfio Mattiuzzi sempre in prima linea e deciso a continuare a portare in alto la sua società: "Da ben 33 anni dirigo il San Leonardo e per me è una gioia immensa. Era nell’aria sì il ripescaggio, ma la notizia è arrivata solo oggi. Adesso possiamo esultare come matti e non potrei essere più entusiasta. Sono il presidente più vecchio e per me è il coronamento di un percorso storico. Sarà una novità per tutto l’ambiente e giocare contro squadroni come la Sacile, l’Azzanese e il Morsano sarà entusiasmante."

Il massimo dirigente dei rossoblù non fa calcoli e promette di allestire una squadra più competitiva possibile per lottare al massimo contro tutti: "Stiamo già iniziando a costruire una rosa solida per lottare e mantenere la categoria il più possibile, nonostante le sei retrocessioni. Vorrà dire che ci dovremo impegnare ancora di più, mantenendo la base di formazione già presente in questa stagione e inserendo qualche tassello di alto livello. Non vediamo l’ora di partire e siamo certi di fare un grandissimo campionato, mettendo le basi per un florido futuro".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/hHhbI0k.jpeg

https://i.imgur.com/Q4HkG3p.jpeg

https://i.imgur.com/FGRMZU3.jpeg

https://i.imgur.com/hetXrlU.jpeg

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 13/06/2024
 

Altri articoli dalla provincia...






AIAC - Viscidi e "La partita perfetta"

Un personaggio di assoluto rilievo. Autore di un volume (“La partita perfetta”) che racconta e analizza tipiche situazioni di campo. Per entrare nel dettaglio, ...leggi
05/06/2024









CHIONS - Il ritorno di Alessandro Lenisa

Fumata bianca al Chions per il nuovo allenatore della Prima squadra, attesa da un'altra stagione in Serie D dopo la salvezza conquistata nell'annata ormai agli sgoccioli. La società gialloblù ha comunicato di aver affidato la guida tecnica della principale squadra ad Alessandro Lenisa. Si tratta di un lieto ritorno sul...leggi
17/05/2024




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,21434 secondi