Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


POL. FLAMBRO - Martinelli profeta in patria. E tanti rinforzi

Il nuovo tecnico: "E' una soddisfazione allenare la squadra del mio paese". Vestiranno la casacca viola anche Keita, Luvisutti, De Marco, Cinello, Biason, Collovini, Pozzatello e l'irriducibile D'Imporzano

Il Flambro dopo l'ultima difficile stagione in Prima categoria, conclusasi con una dolorosa retrocessione, riparte dalla Seconda con immutato slancio e con il nuovo allenatore Marco Martinelli. Lo abbiamo interpellato per conoscere quali siano le sue prime impressioni ed i suoi intendimenti.


Mister qual è il suo stato d'animo nell'assumere la guida tecnica della squadra?
"Sono estremamente motivato, perché allenare la squadra del mio paese rappresenta una grande soddisfazione, un motivo di orgoglio ed una ragione in più per dare il massimo. La retrocessione dalla Prima categoria non intacca minimamente la serietà e l'impegno dei dirigenti e dello stesso gruppo squadra che hanno concluso comunque con grande onore una stagione sempre in salita. Cercherò di ripagare la fiducia ricevuta per dare ai dirigenti e agli sportivi di Flambro le soddisfazioni calcistiche che si meritano".

Sei soddisfatto dei collaboratori e della struttura che avrai a disposizione?
"Assolutamente si perché avrò la collaborazione di figure tecniche molto valide come il vice allenatore David Zanin e il preparatore dei portieri Melato. L'eccellenza delle strutture dello Stadio Annibale Frossi rappresenta giustamente un vanto; il tappeto erboso, sempre oggetto di una manutenzione attenta ed accurata, è apprezzato ed invidiato da tutte le squadre che vi giocano".

E parlando dei giocatori invece?
"Lo zoccolo duro della squadra che due stagioni orsono aveva conquistato meritatamente la Prima è pronto a ripartire sposando il progetto della società e del sottoscritto. Questo mi fa molto piacere in quanto con il presidente e il direttivo potremo affrontare il rafforzamento della squadra partendo da un gruppo di giocatori importante e motivato".

A proposito di rafforzamento come sta andando la campagna acquisti?
"Il direttivo della società, con il presidente Luciano Zanin, il vice Ermes Ponte e il segretario Luigi Ganis, si è già attivato con successo. Sono molto contento della rosa giocatori che stiamo allestendo e che, ripeto, parte già da buone basi. Abbiamo aggiunto degli ottimi elementi quali gli attaccanti Magan Keita (ex Rivolto e Diana) e Riccardo Luvisutti che nell'ultima stagione ha vinto il campionato con il Morsano, i centrocampisti Nicola De Marco e Marco Cinello (dal Rivolto) e i difensori Marco Biason (dal Teor) e Emanuele Collovini (dal Rivolto). Completano per ora gli arrivi il portiere Luca Pozzatello (dal Castions delle Mura) e Alessio D'Imporzano, jolly di centrocampo classe 1983, che dopo un importante intervento chirurgico vuole provarci ancora". 

E quindi quali sono gli obiettivi del mister?
"Il mio obiettivo è amalgamare al meglio  il gruppo di giocatori che la Società mi sta mettendo a disposizioni per dare al Flambro, ai suoi sportivi e al paese le soddisfazioni che meritano. La prossima stagione, con il prosieguo della riforma dei campionati, si preannuncia altrettanto impegnativa ma sono pienamente convinto che risponderemo alle aspettative di questa esemplare società calcistica, presente nei dilettanti da ben 57 stagioni". 

Dario Bini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 17/06/2024
 

Altri articoli dalla provincia...














UDINESE - Primo test con il Bilije

Si alza il sipario sulla stagione 24/25 dell’Udinese ed arriva anche il momento del primo test per i ragazzi di mister Runjaic.La prima settima...leggi
09/07/2024





Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,13119 secondi