Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


SERIE B - Grzelj fa sognare le Eagles

Ufficializzato l’arrivo del totem sloveno, che ha lasciato Pordenone dopo sette stagioni. “Sono qui per vincere, possiamo farlo anche in B”. Il presidente Gaddi: “Trattativa veloce, abbiamo preso il migliore”. Mister Pittini: “Un campione ed un grande esempio per i giovani”

Tutto il mondo (almeno quello del futsal) già lo sapeva. Perchè Tita Pittini, da sempre suo estimatore e fine stratega , non ha mai avuto dubbi: doveva essere lui e soltanto lui lo straniero (in B è possibile un solo tesseramento non italiano) delle Eagles Cividale, uscite da dominatrici incontrastate dall’ultima campagna regionale (vittoria in campionato e Coppa Italia). Rok Grzelj, classe 1982, sloveno, è dunque ufficialmente un ‘Aquila gialloblu. Lo hanno annunciato il presidente Kevin Gaddi e, appunto, Tita Pittini mister - manager a tutto tondo che, dopo anni di platonico flirt, ha finalmente impalmato il “centrale” reduce da 7 entusiasmanti stagioni a Pordenone (ascesa dalla C alla finale promozione per la serie A, obbiettivo sfuggito ai neroverdi per un rigore). Grzelj è alla sua terza esperienza italiana (aveva vestito anni orsono la casacca della Bassa Latisana) ed ha pure militato nei campionati sloveno, serbo e croato oltre ad aver collezionato numerosi “caps” con la nazionale del suo paese. Insomma, un icona del futsal, un validissimo motivo per darsi appuntamento, il prossimo campionato, al Palagesteco.

AMBIZIOSO. “Dopo sette stagioni in una stessa società ho voluto cambiare perchè ero alla ricerca di un altro progetto – ha detto Grzelj - e mi spiace se qualcuno si è arrabbiato per questa mia decisione. Ma io avevo reso note le mie intenzioni già un anno fa…Credo che si possa fare bene: qui c’ è gente di qualità come Turolo e Barile e con la mia esperienza possiamo puntare a vincere anche la B. Non dobbiamo avere paura di nessuno.” Finalmente “lavorerai” per Tita Pittini. Che a Pordenone aveva salutato prima della fine del campionato: “Con lui mai avuto problemi, anzi, ha funzionato tutto. Forse è successo qualcosa con altre persone.”

Per la prima volta non farai parte di una “colonia slovena”. “Ma posso fare benissimo gruppo con i giocatori italiani: serve soprattutto quello, la qualità spesso non basta”

GRAN COLPO. “Basta guardare i numeri per capire il livello di questo giocatore – ha aggiunto il presidente Kevin Gaddi - uno che avrà molto da insegnare ai nostri giovani. La trattativa? Veloce. Appena terminato il campionato e conoscendo la sua situazione non abbiamo avuto dubbi  nel catapultarci su di lui. Che si è dimostrato entusiasta ed ha accettato immediatamente.”

Grzelj si, Lari e Grigolon no. “Non è un mistero che ci abbiamo provato. Soprattutto al secondo è stata sottoposta un’ offerta importante. Ma lui ha deciso di sposare la causa del Pordenone e lo rispettiamo.”

VINCENTE. Mister Pittini ha coronato finalmente il proprio sogno di allenatore: avere alle sue dipendenze il campione sloveno. “Con Rok non si partecipa, si vince – è lo slogan coniato per l’occasione dal vulcanico Tita – ovviamente lo conoscevo già ma, durante il mio anno a Pordenone, ho avuto modo di apprezzare ulteriormente la sua mentalità, la voglia di vincere e di allenarsi. E’ stata la mia prima scelta ed è un privilegio averlo con  noi. Si tratta di un campione di grande livello e ci aiuterà a creare quell’identità che contraddistingue le grandi squadre. Invito inoltre tutti i nostri giovani ad approfittare della grande occasione: avranno in casa una chioccia, un esempio da seguire e dal quale imparare.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/RqvuHzm.jpeg

https://i.imgur.com/q2ESXVR.jpeg

https://i.imgur.com/hbSHIi5.jpeg

https://i.imgur.com/skzSDmy.jpeg

https://i.imgur.com/T0luCRl.jpeg

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 04/07/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,10610 secondi