Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


TRIESTINA - Il nuovo timoniere Santoni suona la carica

L'allenatore ha incontrato la stampa: "Mi sono innamorato di questo club, vogliamo riempire lo stadio e per farlo ci vogliono i risultati"

Il neo allenatore della prima squadra della Triestina, Michele Santoni, ha incontrato la stampa. E ha avuto modo di affermare: “Sono felice di essere qui e di questa possibilità che rappresenta per me un grandissimo onore. Mi sono innamorato di questo club fin dai primi contatti, che negli ultimi mesi si sono intensificati. Sono convinto che questa sia la società giusta nel momento giusto: volevo tornare in Italia in un club ambizioso, ma non solo a breve termine. Ho lavorato anche in Serie A e posso assicurare che non tutti i club del massimo campionato sono strutturati come la Triestina, per questo non ho esitato un secondo ad accettare. Stiamo lavorando già da tre settimane per la nuova stagione, io sono qua da un mese, c'è un'energia positiva che rende ancora più speciale un lavoro che è già il più bello del mondo. Per la prima volta mi trovo il direttore generale e il direttore sportivo più giovani di me, c'è freschezza e voglia di fare, il tutto in una città fantastica e con uno stadio impressionante che vogliamo riempire. E per farlo, ci vogliono i risultati”.

E ancora: “Tutti vorremmo avere la rosa al completo da subito, ma conosco le dinamiche e i giocatori che stiamo monitorando e so quali sono gli sforzi della società. Lavoro con chi ho, ci sono idee chiare anche su come introdurre man mano i ragazzi che arriveranno. Ci sarà una forte sinergia con la Primavera, alcuni giocatori verranno in ritiro con noi e ho chiesto che per qualche giorno ci sia anche il loro allenatore”.

Il gioco? “Voglio un calcio dinamico e intenso, dove vogliamo essere protagonisti; per farlo dobbiamo avere noi la palla. Voglio superare il cliché del calcio di Serie C solo fisico, a Mantova ci sono riusciti anche se nessuno se lo aspettava. Ovviamente non sono un mago e ci vorrà il lavoro di tutti, ma sono sereno sulle ambizioni della società e sul fatto che mi metteranno a disposizione giocatori forti e giusti. Ci saranno cambiamenti, nel modulo e negli uomini. Chi si presenterà al raduno parte da zero e tutti potranno mettersi in mostra e far vedere quando ci tengono a rimanere e vincere. Da questi fattori tireremo le conclusioni su chi sarà funzionale al progetto. Il gruppo è già abbastanza internazionale e questo mi rende le cose più facili, viste le mie passate esperienze. Su questo aspetto mi sono trovato subito in sintonia con il direttore generale Alex Menta; per me uno spogliatoio multiculturale non è un problema sul piano comunicativo”.

Infine: “Il mio percorso in vari ruoli mi portare a lavorare insieme con il mio staff, unendo le varie componenti. A Dordrecht ho fatto più il manager all'inglese, per questo l'impostazione del lavoro quotidiano sarà un po' diversa. Se vogliamo vincere e crescere come squadra e individualmente dovremo tutti metterci del nostro. In Olanda non si fa niente di diverso rispetto a quanto si fa da altre parti: quello che mi porto da quell'esperienza è la volontà di fare un calcio dominante, ma non è per forza una prerogativa olandese, o della Premier League o ancora della Bundesliga. Roberto De Zerbi, per fare un esempio, non è tedesco o inglese. Per il calcio che voglio proporre servono giocatori che pensano in fretta”.

Massimo Laudani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 05/07/2024
 

Altri articoli dalla provincia...






CAMPANELLE - Fumata bianca per Nonis

Jacopo Nonis è il nuovo allenatore del Campanelle, squadra triestina che milita in Seconda categoria. Nonis, dopo diverse stagioni da calciatore dil...leggi
08/07/2024













Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,58180 secondi