Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


EUROPEADA - Vince il Friuli, Lizzi: affetto da tutto il mondo

Il tecnico della selezione celebra il gran successo dei suoi nella manifestazione continentale, grazie al 2-0 rifilato in finale all’Occitania

Per un’Italia che mesta se ne torna a casa, c’è un Friuli che vola sul tetto d’Europa: la selezione nostrana, grazie al secco 2-0 rifilato all’Occitania nella finalissima, si aggiudica l’Europeada, il torneo continentale riservato alla minoranze linguistiche.
Un traguardo enorme per la neonata squadra, al debutto in una manifestazione sì dilettantistica ma di gran tradizione, nata infatti nel 2008.

A fine gara, non nasconde la gioia Mauro Lizzi, al timone, assieme a David Trangoni, dei nostri: “Soddisfazione enorme, abbiamo dimostrato che il nostro modo di fare calcio puó stare ai vertici europei”. Importantissima la componente tifo, anche a distanza: “Questo progetto è nato con un po’ di scetticismo, poi col passare dei giorni abbiamo scoperto di essere squadra. Sono molto contento per il diluvio di testimonianze di affetto ricevuto da parte di tutto il Friuli, ma anche dai nostri corregionali in Canada, Argentina, Svizzera…lettere di stima, ringraziamenti, richieste di magliette, fuori da ogni previsione. Siamo riusciti nel nostro obbiettivo principale: trasmettere simpatia e il nostro spirito in giro per il mondo”.

A livello tecnico, sicuramente una grande cavalcata per la nostra selezione: “La nostra rosa è composta da 20 giocatori tutti all’altezza e questo ha fatto la differenza in un torneo breve ed intenso. La gara più dura è stata sicuramente i quarti di finale contro i Tedeschi d’Ungheria, così come la sfida inaugurale contro i cugini sloveni, ma le abbiamo portate a casa”.

Nel finale contro l’Occitania, qualche scintilla: “Sono cose di campo, puó capitare. Ricordiamo che siamo tutti dilettanti, gente che ha preso ferie per stare quassù in Germania. Dopo la partita tutto si è risolto, non ci deve essere contrapposizione tra popoli diversi ma condivisione”.

La notizia
EUROPEADA
- Il Friuli trionfa tra emozioni e tensioni...Leggi tutto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/BxtYrNz.jpeg

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 06/07/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,16815 secondi