Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


TORNEO BORGHI - Frazions dai Mulins fa suo il "Banca 360"

Grande prestazione della squadra di Alessio Umberto, che supera i pluricampioni nonostante un inizio difficile


FRAZIONS DAI MULINS - BORC DA ROE 4-3  
Gol: p.t. 5' autogol Tulissi (Roe), 16' e 18' Beltrame (Mulins), 21' Stacco (Mulins). S.t. 6' Beltrame (Mulins).

FRAZIONS DAI MULINS: Cattarin, Pizzi, Valentinuzzi, Stacco, Tulissi, Beltrame, Dorigo Nicolò, Zufferli, Cecotto, Bradaschia, Dorigo Jacopo. Allenatore: Alessio Umberto.

BORC DA ROE: Di Lena, Campanella, Toderas Matteo, Zanuttini, Cantarutti, Papa, Comin, Toderas Alex, Murello. Allenatore: David Gentili.

ARBITRO: Sig. Cristofori Rossano, sez. Gorizia.

NOTE - Ammonito: Zanuttini (Roe).

Alla terza partecipazione consecutiva, i Frazions dai Mulins centrano l'obiettivo e, superando in finale per 4-3 i pluricampioni del Borc da Roe, vincono l'edizione 2024 del Torneo dei Borghi e Frazioni di calcio a 5 "Trofeo Banca 360" di Manzano. Borc da Roe, che si presenta alla sfida privo della stella Chtoui, infortunato, soffre questa assenza che incide sull'economia della squadra di Gentili. Tuttavia, la compattezza dei campioni uscenti viene sgretolata da una prestazione tatticamente perfetta impostata dal tecnico dei Mulins, Alessio Umberto.

Il Roe parte meglio e sblocca il risultato al 5' con un tiro nel mucchio di Campanella che trova lo sfortunato stinco di capitan Tulissi, deviando nella propria porta. I Mulins accusano il colpo e rischiano il raddoppio al 7' quando Campanella, da sotto misura, scheggia la traversa. Al 9', ancora Roe vicino al raddoppio, Cattarin fa buona guardia su Toderas. Superato il momento di sbandamento, i Mulins prendono coraggio e iniziano a farsi vedere dalle parti di Di Lena.

La gara vira sul finire del primo tempo quando l'ispirato Beltrame mette il turbo: al 16' semina gli avversari come birilli e insacca il pareggio, poi al 18', su un assist perfetto dell'inossidabile Bradaschia, spizza per il sorpasso. Roe in difficoltà e il Mulins prova a scappare. Su azione d'angolo, Stacco con un gran destro a incrociare fissa il 3-1 del primo tempo.

Gentili sprona la squadra e il Roe ricuce lo svantaggio al 4' con una staffilata da fuori di Comin, ma la gioia è di breve durata perché Beltrame è in serata di vena e toglie le ragnatele dall'incrocio dei pali per il 4-2. Gara vibrante e corretta, diretta con grande personalità da Cristofori. Le emozioni continuano con Murello che al 10' rimette la gara sul filo dell'equilibrio con il 4-3. Roe in debito d'ossigeno, ma il Mulins non riesce a chiuderla: prima con Valentinuzzi e poi con Cecotto, entrambi murati da Di Lena. Finale al cardiopalma: al 18' Toderas, in solitaria sul secondo palo, non riesce a deviare in rete. Poi al 20', Campanella steso al limite dell'area; sulla seguente punizione Cattarin salva di piede, mettendo in freezer la vittoria e il titolo per la squadra del d.s. Daniele Dorigo.

Alla fine, premiazioni alla presenza dell'intera giunta comunale, con in testa il Sindaco Furlani e la vice Parmiani, oltre agli assessori Alessio, Zamparo, Chiappo, Bassi e il consigliere con delega allo sport De Sabata. Premi anche per il bomber del torneo Campanella (Roe), miglior portiere Di Lena (Roe) e miglior giocatore il giovane Zharri (Cjasis-Uelis). Da sottolineare l'ottima organizzazione del torneo da parte della Pro Loco del presidente Paolo Murello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/83feVKz.jpeg

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 06/07/2024
 

Altri articoli dalla provincia...





SERIE B - Grzelj fa sognare le Eagles

Tutto il mondo (almeno quello del futsal) già lo sapeva. Perchè Tita Pittini, da sempre suo estimatore e fine stratega , non ha mai avuto dubbi: doveva essere...leggi
04/07/2024














Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,12745 secondi