Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

PORDENONE


<< precedente   successiva >>   

PORDENONE - Funziona la scossa Rossitto: espugnato Gubbio

Quando si dice serve la scossa. L’ennesima prova del vecchio adagio arriva da Gubbio, dove un Pordenone aggressivo, ricco di mordente e finalmente combattivo, regala i primi tre punti dell’era Rossitto. Un’ulteriore dato dare ancora più consistenza alla circostanza: i tre gol segnati in terra umbra, sono gli stessi segnati nelle ultime 8 gare disputate nell’era Colucci; l'aria è cambiata. Non si è trattato di una gara facile, tutt’altro, ma quando la lotta si fa dura, i ramarri hanno saputo estrarre gli artigli affilati e graffiare i rivali eugubini, illusi di averlo tramortito, dopo aver ribaltato in sei minuti il vantaggio iniziale. In perfetta linea con le grandi motivazioni che il condottiero di Polcenigo ha trasmesso ad un gruppo, ...leggi
18/02/2018, Gianpaolo Leonardi, PORDENONE

PORDENONE - Tocca a Rossitto risvegliare il ramarro

Domenica prossima (ore 14.30) al “Barbetti” di Gubbio il Pordenone sarà guidato da Fabio Rossitto. La notizia che trapelava già nel dopo esonero di Leonardo Colucci, avvenuto nll’immediato dopo gara di Bolzano, è diventata ufficiale in tarda mattinata. Mauro Lovisa, preso atto dell’assoluta difficoltà della squadra a produrre gioco ha preso la decisione giusta, tardiva magari, ma giusta. A questo squadra serve la scossa, serve un gladiatore, non un fiorettista qualsiasi. E chi meglio di Rossitto è in grado di darla. Nelle sue ultime due apparizioni in riva al Noncello, amatissimo dai tifosi, aveva chiuso l’incarico con due cocenti delusioni: la mancata promozione dalla D alla C (fatale la sfida decisiva persa a Porto Tolle ...leggi
15/02/2018, Gianpaolo Leonardi, PORDENONE

SERIE C - Il Pordenone esonera Colucci

Il Pordenone Calcio comunica di aver sollevato Leonardo Colucci dall’incarico di allenatore della Prima squadra e Gianni Migliorini dall’incarico di allenatore in seconda. "Ai mister Colucci e Migliorini vanno i ringraziamenti della società per il lavoro svolto, unitamente all’augurio delle migliori fortune per il prosieguo della carriera". Dichiarazione del presidente Mauro Lovisa: «La decisione è stata inevitabile. Dopo la sconfitta con la FeralpiSalò non c’è stata alcuna reazione: chiediamo scusa ai tifosi per la prestazione. Per la seconda gara consecutiva l’arbitraggio è stato altamente penalizzante: chiediamo maggior rispetto, ma ciò non è un alibi per la meritata...leggi
14/02/2018, La Redazione , PORDENONE

PORDENONE - Ancora un flop. San Valentino non fa rima con vittoria

Prosegue il periodo nero del Pordenone, sconfitto nel recupero della 21a giornata a Bolzano dal Sudtirol per 1-0. Continua a non cavare un ragno dal buco Leonardo Colucci, che ripropone il suo 4-3-3 classico, ma i neroverdi in campo non pungono, combattono, ma dimostrano ancora una volta una lacunosa fase offensiva, che nemmeno l’ingresso in campo di Magnaghi e Berrettoni, nel finale di gara, riescono a produrre. Un match dove il Suditrol, ricordiamo reduce da due sconfitte di fila, si fa preferire e va diverse volte a impensierire Mazzini. Il giovane portiere schierato al posto di Perilli (infortunato) si mette in luce con alcune buone parate, senza patire l’esordio con la sua nuova maglia. Dicevamo della difficoltà a creare palle gol. In 90’ minuti la più ...leggi
14/02/2018, Gianpaolo Leonardi, PORDENONE

PROGETTO AFFILIAZIONI - Anche il Villanova nella "rete" neroverde

L’Afp Villanova entra ufficialmente nel Progetto affiliazioni del Pordenone Calcio. Una “rete”, quella promossa dai neroverdi, che continua la sua crescita sul territorio.Il Villanova conta 120 tesserati e mette in campo settimanalmente formazioni giovanili di tutte le categorie, dai Piccoli Amici alla Juniores. Un percorso cominciato nel 2000. Ogni anno, durante i festeggiamenti agostani, organizza il Torneo “Città di Pordenone”, riservato alle squadre Giovanissimi.L’intesa è stata sottoscritta al centro sportivo De Marchi: presenti per il Villanova il vice presidente Michele Popolizio, il responsabile del Settore giovanile Claudio Tomba, i consiglieri Elena Bertolo e Mirko Giust«La collaborazione con il Pordenone - dichiara il respo...leggi
12/02/2018, La Redazione , PORDENONE

PORDENONE - Lovisa scrive ai tifosi: stateci vicino

Non c’e’ tempo per leccarsi le ferite che mercoledì il Pordenone torna in campo a Bolzano, per affrontare il recupero della sfida rinviata a gennaio contro il Sudtirol, per l’impraticabilità del campo dovuta al ghiaccio. Si gioca alla e 14.30, con diretta sul canale Sportitalia. Ovviamente la gara diventa di vitale importanza, a qualche giorno dalla clamorosa sconfitta casalinga contro la Feralpisalò, che ha mandato su tutte le furie la tifoseria di casa. Sarà la prima di un trittico di gare esterne ( seguirà domenica il Gubbio e poi il Ravenna). A questo proposito per riportare la serenità il presidente Mauro Lovisa, dopo essere entrato in campo a metà incontro, con i suoi sotto di 3 gol, e bisticciare a distanza co...leggi
12/02/2018, Gianpaolo Leonardi, PORDENONE

PORDENONE - Caporetto neroverde. Pesante contestazione della curva

E ora trovare degli alibi a Colucci diventa veramente difficile. Il pesante 0-3 contro la Feralpisalò apre apertamente la contestazione della tifoseria contro il tecnico pugliese. Lo avevamo già scritto in tempi non sospetti: questa squadra è troppo prevedibile, ha una fisinomia di gioco molto sottile e soprattutto finalizzata più al giro palla che alla ricerca della profondità. Il brodino di Teramo, aveva mitigato gli animi e rilanciato la corsa playoff. Al 90’ di oggi, crolla tutto, ma era solo questione di tempo, purtroppo. Sono cambiati gli interpreti in campo, c’e’ stata la sosta per ricaricare le batterie dopo l’avventura in Coppa, non è mai mancato il sostegno della propria gente, ma ora abbiamo raschiato il fondo. ...leggi
10/02/2018, Gianpaolo Leonardi, PORDENONE

PORDENONE - La rincorsa passa dalla Feralpisalò

Dopo il successo di Teramo,il Pordenone, cerca di ritrovare la vittoria anche in casa (manca di novembre contro il Vicenza) e iniziare la lenta risalita verso le posizioni migliori in vista dei playoff. Per farlo occorrerà avere la meglio sulla Feralpisalò, formazione bresciana, al momento con 4 lunghezze di vantaggio sui ramari,seduta al quarto posto della classifica. Non è stata settimana tranquilla quella dei lombardi. Sabato il pesante ko casalingo contro il Vicenza, ieri le dimissioni improvvise del tecnico Michele Serena, che non ha gradito alcune indiscrezioni sul suo operato. Sta di fatto, che i neroverdi potrebbero approfittare del momento, per affondare la lama e dare una prima svolta al proprio campionato, in vista anche del recupero di mercoledi prossimo ...leggi
09/02/2018, Gianpaolo Leonardi, PORDENONE

SCUOLA CALCIO - Aperte le iscrizioni al Pordenone Junior camp

APERTE LE ISCRIZIONI AL PN JUNIOR CAMP 2018 (18-22 E 25-29 GIUGNO)Ci siamo! Sono state definite le date del Pn Junior Camp 2018: la tradizionale iniziativa organizzata dal Pordenone Calcio si svolgerà in due sessioni a giugno, da lunedì 18 a venerdì 22 e da lunedì 25 a venerdì 29. Location il centro sportivo Bruno De Marchi. Iscrizioni aperte!Novità di quest’edizione sarà l’apertura al calcio femminile, nell’anno in cui la società ha attivato un settore dedicato (Prima squadra e giovanili). A coordinare le attività sarà il qualificato staff, tecnici, istruttori e preparatori (atletici, motori e dei portieri), della Scuola Calcio neroverde.Nei momenti di relax e di lontananza dal campo sarà predis...leggi
08/02/2018, La Redazione , PORDENONE

PORDENONE - Dai, tirate fuori gli artigli

Sarà un Teramo rinnovato dopo il mercato di riparazione, quello che si troverà difronte domani (ore 16.30) il Pordenone. Cacciato il tecnico Antonino Asta e il direttore sportivo Giorgio Repetto, sostituiti da Ottavio Palladini e Sandro Federico, sono arrivati diversi volti nuovi anche in campo. A partire dl portiere Bifulco dal Monopoli, dall’attaccante Panico dal Genoa, dal difensore Cretella dal Gavoranno (scambio con Barbuti, ex neroverde, passato in Toscana) , al giovane attaccante ivoriano Gondo (1996) prestato dal Pescara. Giocatori, che nei programmi degli abruzzesi, dovranno dare maggior equilibrio alla squadra. Sarà, dunque, un Teramo tutto da scoprire per Leonardo Colucci e i suoi ragazzi, impegnati sul sintetico teramano, alla ricerca di quel s...leggi
02/02/2018, Gianpaolo Leonardi, PORDENONE

<< precedente   successiva >>