Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


UDINESE - Delneri: "A Crotone farà... caldo!"

Domani in Calabria (ore 15, arbitra Fabbri), i bianconeri affrontano una formazione pesantemente coinvolta nel discorso salvezza. Il mister: “Loro ancora in lotta, noi per fare risultato. Che rimane il primo obbiettivo. Trenta gradi ? Per tutte due le squadre…” In porta torna Scuffet . Una cinquantina di tifosi al seguito

E’ la terzultima, ma conta ancora qualcosa. Per l’Udinese, che intende provare ancora ad entrare nella top ten. Per il Crotone, soprattutto: domani (ore 15, al mitico “Ezio Scida”, dirige Fabbri), infatti, i calabresi devono alimentare le residue speranze di sopravvivenza. I  bianconeri, però, non intendono certo recitare lo scomodo ruolo delle vittime sacrificali.

“Sarà la gara tra una squadra salva e un’altra che, invece, deve salvarsi – recita, semplicemente, mister Delneri - troveremo un ambiente complicato, ma cercheremo di fare la nostra figura. Sarà un’occasione per mostrare anche il nostro raggiunto grado di maturità. Mi aspetto una prestazione importante, in continuità con quella messa in campo contro l’Atalanta: da qui alla fine proveremo a fare più punti possibile”

Il centrocampo andrà nuovamente rivisto.
“Per forza di cose uno, al posto di Hallfredsson, lo devo mettere. La difesa, invece, mi sembra composta in maniera idonea. Vediamo in mezzo e in attacco cosa succederà. L’idea sarebbe quella di dare continuità a coloro che hanno giocato domenica scorsa.”

Novità in porta?
“Ci sarà Scuffet. Avrebbe comunque giocato, indipendentemente dal malanno di Karnezis. Perchè se lo merita: ha già fatto bene in precedenza e lo valuteremo anche nelle ultime gare”

Thereau, invece, come sta?
“Come la settimana scorsa: perché un giocatore non recupera in un giorno. Ma non potere creare sempre un ballottaggio. Gioca chi sta meglio, chi è in condizione”

Balic è confermato?
“Non lo so, vedremo. Convocato lo è, di sicuro”

Con l’Atalanta il miglior Adnan di…sempre, qui a Udine.
“Cresce come altri ragazzi, si è applicato bene, ha buon passo, darà il suo apporto. Da lui mi aspetto di più in chiave difensiva: se sapesse già fare le due fasi, sarebbe via da un po’. Magari nell’Inter o nella Juventus…”

In Calabria farà caldo. Anche metereologico.
“Non era male nemmeno domenica, a dire il vero. Saranno 30 gradi, ma pure per loro. Conterà molto: perchè si giocherà anche sul filo di fisicità , intensità e velocità di esecuzione”

Il Crotone si è miracolosamente rimesso in piedi dopo una prima fase raccapricciante.
“Affrontiamo una formazioni attualmente più in forma. Hanno trovato continuità, un assetto tattico consono, si sono abituati alla serie A, hanno battuto Inter, Sampdoria e pareggiato con il Milan. Fatto spesso gol nei primi minuti anche se, nella ripresa, magari calano un pochino. Domani, inoltre, troveremo tifo contro e campo stretto”

Singoli da temere?
“Una punta come Falcinelli, ad esempio: 12 gol in A non sono pochi. Poi ci sono due esterni che attaccano come Rosi e Mattarella. Complessivamente stanno dimostrando di volersi giocare la salvezza a testa alta. Autostima e fiducia, di conseguenza, danno qualcosa in più”

Per voi, invece, Crotone, Sampdoria e Inter nell’ordine. E’ difficile legare continuità di prestazioni, risultati e la necessità di schierare gente giovane?
“Prima di tutto viene il risultato. Poi, a casa mia gioca chi merita, non chi è giovane…”

TIFOSI - Nonostante i 2400 chilometri (andata e ritorno) del tragitto Crotone - Udine una rappresentanza della “Curva Nord è già “salpata” in tarda mattinata – l’arrivo è previsto, all’incirca, per le 11 di domani, in tempo per un gustoso pranzo a base di pesce - alla volta della Calabria. Dove si è già “acclimatato” un altro gruppo di supporters. Allo “Scida” saranno, dunque, una cinquantina a tifare per Danilo e soci.

Roberto Zanitti

@RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 13/05/2017
 

Altri articoli dalla provincia...






UDINESE - Felipe saluta: va alla Spal

Era uno dei giocatori più amati dal pubblico friulano. E tutto lasciava presagire ad un prolungamento della sua seconda avventura in bianconero: agevolata anche dal fatto che la...leggi
28/06/2017


UDINESE - Gerolin, atto quarto

Prima calciatore (dal 1981 al 1985), poi osservatore, successivamente responsabile scouting e, dal 1 luglio 2017, nuovo direttore sportivo: Manu...leggi
12/06/2017
















UDINESE - Delneri: "Pronto a rimanere"

Quattro partite utili, otto punti il bottino e una finestra socchiusa sulla colonna di sinistra della classifica. Perché il decimo gradino costituisce il ragionevole obbiettivo ...leggi
08/04/2017










Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,80652 secondi