Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


PROMO A - Il Corva in 10 doma la Tarcentina, Giacomin abbraccia i suoi

Novanta minuti intensi regalano ai padroni di casa la salvezza. La squadra di Tion, in superiorità numerica per oltre 50’, non riesce a prendersi i tre punti. Un palo e una traversa per i biancocelesti, una traversa per gli udinesi. Tarantino e Vitali decidono la gara; di Passon il provvisorio 1-1



CORVA – TARCENTINA 3 – 1
Gol: pt. 7’ Furlanetto , 30’ Passon; st. 14’ Tarantino, 41’ Vitali

CORVA: Piva, Giacomin, Ferrati (Bortolin), Piccolo, Tarantino, De Agostini (Polesel), Furlanetto, Coulibaly, Plozner (Vitali), Vriz (Boccalon), Cattaruzza (Avesani). All. Rauso

TARCENTINA: Lavaroni, Del Pino, Barbieri (Fabro), Scherzo (Lorenzini), De Nardin, Collini (Mugani), Passon, Ponton, Pividori, Zuliani (Spizzo), Biancotto. All. Tion

ARBITRO: Ziliani di Trieste

NOTE - Al 43’ del primo tempo espulso Giacomin del Corva per fallo da ultimo uomo. Ammoniti: Tarantino del Corva, Del Pino e Ponton della Tarcentina. Angoli 6-7. Recupero pt. 3’, st. 4’.

Corva in paradiso, Tarcentina ai play-out. Questo il verdetto emesso al termine della sfida disputata sotto la pioggia tra la squadra di Rauso e quella di Tion. Alla fine il presidente di casa Norman Giacomin è corso in campo per scaricare tutta la tensione di una settimana e abbracciare uno ad uno i suoi ragazzi, autori di una prova di grande carattere per aver costruito la vittoria in inferiorità numerica per oltre un tempo dopo l’espulsione di Giacomin avvenuta a ridosso del finale del primo tempo.
Sull'altra sponda giocatori stremati, con le lacrime agli occhi per una sconfitta che pesa parecchio ai fini della classifica finale, che manda i canarini al playout contro il Gonars. Una gara spietata, sapendo fin dall’inizio, complici i risultati degli altri campi, che il verdetto finale avrebbe potuto scontentare qualcuno dei 22 in campo. Ma le due squadre hanno comunque spinto sull’acceleratore, giocato a viso aperto, dando tutto e raschiando il barile delle energie in un rettangolo zuppo d’acqua. Il Corva ha avuto la meglio, costruendo la gara con una partenza fulminea e una gestione occulata nel corso della ripresa, dove anche l’inferiorità numerica è stata mascherata con grande sagacia. Per contro Tion e i suoi non sono riusciti a fare breccia, nonostante alcune situazioni a loro favorevoli, denotando una giornata storta di alcuni interpreti apparsi sotto tono. Imprecisioni in avanti che avrebbero potuto essere gestite diversamente con una maggior attenzione.
Vantaggio dei locali al 7’: cross laterale di Plozner per la testa di Furlanetto, libero di saltare indisturbato e mettere la palla sopra le mani di Lavaroni. La sfera tocca la parte sotto della traversa e si infila in rete. Al 20’ occasionissima: ancora un cross al centro della difesa udinese consente a Cattaruzza di colpire di testa, ma questa volta Lavaroni con l’aiuto del palo sventa, la palla giunge nei piedi di Coulibaly che calcia di prima intenzione centrando la traversa.
La Tarcentina, dopo lo scampato pericolo, inizia a prendere campo e coglie il pareggio allo scoccare della mezz’ora. Zuliani lavora una buona palla sulla corsia di destra mettendo in mezzo un invitante pallone per Passon, bravo ad impattare con precisione  il pallone e metterlo alle spalle di Piva. Il primo tempo si conclude con l’espulsione di Giacomin costretto a fermare con una presa da dietro la volata di Passon.
Ad inizio ripresa Rauso è costretto a modificare la formazione, inserendo Polesel per ristabilire il quartetto arretrato togliendo De Agostini. La Tarcentina si riversa in avanti alla ricerca del gol, ma non trova spazi e quando riesce a fare breccia la mira è tutt’altro che precisa. Così il Corva sfruttando una delle poche occasioni per uscire dal guscio, trova il gol del 2-1 con un preciso colpo di testa di Tarantino e il definitivo 3-1 nel finale con il neo entrato Vitali. Gli ospiti, nonostante una serie di angoli, vanno vicini al gol con Spizzo, la cui conclusione dal limite colpisce la parte alta della traversa.



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da Gianpaolo Leonardi il 12/05/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02265 secondi