Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


ECCELLENZA FEMM. - Blarzino, i gol sono 25. Sarone in crescita

Ancora vincenti Prata e Triestina, che hanno piegato Barcon e Mittici. Il Sarone Caneva ha pagato le assenze alla distanza dopo aver messo in grosse difficoltà il Keralpen Belluno

Prata Calcio/Futuro Giovani e Triestina vincenti (rispettivamente a Barcon e a Monfalcone contro i Mittici), Sarone/Caneva costretto al digiuno in casa per mano del Keralpen Belluno. Questa la sintesi della 17ma giornata del campionato femminile di Eccellenza, girone 2.

Samanta Valeri (Prata Calcio/Futuro Giovani): “Sulla carta era una partita alla nostra portata, chiaramente non abbiamo sottovalutato le avversarie. Siamo entrate subito in partita. Siamo passate in vantaggio su calcio di rigore, abbiamo creato tante azione da gol, concretizzando parecchio. Sono contenta del risultato e della prestazione che abbiamo fatto tutte insieme. Un applauso a tutte”.

Virginia Del Santo (difensore della Triestina): “Siamo state più ordinate e pericolose delle avversarie, che nel girone di andata erano state le uniche capaci di strapparci i tre punti. Stavolta abbiamo vinto noi per 2-0, creando diverse occasioni e vedendoci negare un vistoso rigore al 3' su Zanetti. Abbiamo trovato la via del gol con Blarzino al 60', e per lei sono 25 in totale, e quindi con Tortolo al 76' su rigore stavolta concesso proprio a Zanetti. Domenica andremo a trovare l'Altivolese Maser”.

Stefano Carlet (presidente del Sarone/Caneva): “Come si poteva prevedere, è stata una partita difficile sia sulla carta che sul campo viste le importanti assenze che avevamo. Comunque, nonostante tutto, chi è sceso in campo ha dimostrato di non essere inferiore a nessuno. Primo tempo tutto a nostro favore, gran possesso palla delle nostre ragazze ma poche occasioni su ambo i lati. Nella ripresa sono cominciate le difficoltà. Loro avevano più forze fresche di noi e questo ha dato la svolta alla partita. La mancanza di lucidità ha permesso loro di castigarci e nel nostro caso di non realizzare le tre occasioni avute con Alessia de Nardi e una con Elisa Donolo. Posso solo fare i complimenti per il miglioramento che la nostra squadra ha avuto nel gioco in queste tre settimane e se il mister avesse avuto a disposizione tutte le ragazze, le nostre avversarie non avrebbero portato a casa la partita. Sempre avanti, pensiamo al futuro”.

Massimo Laudani


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 11/02/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01967 secondi