Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


CJARLINS MUZANE - Zanutta: "Gruppo con 22 titolari. Volere è potere"

In quel di Mortegliano il presidente ha salutato e spronato lo staff e i calciatori: "Veniamo da un'estate molto impegnativa, abbiamo cercato di costruire la miglior squadra possibile. E grazie al lavoro del ds Neri non ci sono più vecchi e fuoriquota. Tutti ci mettano l'anima e niente sarà impossibile. Il centravanti? Stiamo valutando diverse soluzioni..."

Trascinatore, motivatore, condottiero: il presidente Vincenzo Zanutta è stato il grande protagonista della seconda giornata di preparazione del Cjarlins Muzane andata in scena a Mortegliano. Il patron è arrivato per salutare e spronare staff e calciatori, i protagonisti scelti per affrontare la quinta stagione in serie D del club della Bassa friulana e la numero 19 da quando è nato il sodalizio arancioceleste. 
Quello di oggi è stato un giorno atteso da Vincenzo Zanutta, perché corona settimane di duro impegno per allestire la formazione che proverà ad andare all'attacco del massimo obiettivo in un campionato che si annuncia come di consueto molto impegnativo e nel quale il Cjarlins può collocarsi, nella griglia dei pronostici, nel drappello di compagini chiamate a sfidare il favoritissimo Arzignano
Il presidente ha spiegato: "Questo è un momento di gioia, di euforia, perché inizia una nuova avventura e perché alle spalle abbiamo un lavoro importante, quello della ricerca di giocatori, di profili, per assemblare la miglior squadra possibile. A tutti ho chiesto di metterci l'anima, convinto che volere è potere e che la volontà, l'impegno continuo, la dedizione alla fine producono il risultato, il raggiungimento dell'obiettivo che si vuole con tutte le forze conquistare".
E sulla rivoluzione della rosa, che ha portato all'uscita di scena di giocatori importanti e di ragazzi ai quali il presidente e tutto l'ambiente erano legati, Zanutta sottolinea: "Quest'anno non ci sono 11 vecchi e 11 fuoriquota, ma 22 titolari, e ciò grazie al lavoro portato avanti dal nostro ds Massimiliano Neri, che ha consentito di tesserare dei giovani di grande qualità.  Se i ragazzi sapranno amalgamarsi, capirsi, diventare squadra il prima possibile niente ci sarà precluso. Manca il centravanti? Stiamo valutando diverse soluzioni e, a questo riguardo, è possibile che durante la prossima settimana succeda qualcosa...".  

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 29/07/2021
 

Altri articoli dalla provincia...










ECCELLENZA - Il Rive prende Del Negro

Ritorna in Eccellenza, a cinque anni dal suo esordio, Matteo Del Negro. Rimasto su piazza, dopo il rinvio del programmato trasferimento a Firenze per motivi di studio ...leggi
20/09/2021









Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,23779 secondi