Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


L'AMICHEVOLE - Un buon Pordenone fa sudare l'Atalanta

Ottima la prova dell’attaccante Tsadjout. Segna su rigore e sfiora il vantaggio. Convincente pure Perisan tra i pali. Neroverdi senza timori reverenziali nei confronti della “Dea”

ATALANTA - PORDENONE  2 - 1
Gol: 5' piccoli, 13' Tsadjout su rigore, 75' Kovalenko

ATALANTA: Rossi; Sutalo (1’ st Lovato), Djimsiti (36′ st Da Riva), Palomino (36′ st Scalvini); Maehle (1’ st Ghislandi), de Roon (1’ st Delprato), Pasalic (18′ st Freuler), Gosens (15′ st Pezzella); Miranchuk (15′ st Kovalenko), Colley (1’ st Ilicic); Piccoli (31′ st Cortinovis). A disp.: Dajcar. All. Gasperini.

PORDENONE: Perisan (36′ st Bindi); Biondi, Vogliacco (36′ st Stefani), Bassoli (1’ st Barison), Chrzanowski (26′ st Perri); Cambiaghi (1’ st Kupisz), Magnino, Misuraca (36′ st Greco), Zammarini (11’ st Mensah); Pellegrini (11’ st Pasa), Tsadjout (22′ st Butić). A disp.: Fasolino, Secli, Banse, Sylla, Onisa. All. Paci.

ARBITRO: Marcenaro di Genova. Assistenti: M. Rossi di Novara e C. Rossi di La Spezia.

NOTE: angoli 5-0. Recupero: pt 0’.

Alla fine il punteggio dice che dall’amichevole al Gewiss Stadium di Bergamo il Pordenone è uscito sconfitto per 2-1, ma non sempre i meri numeri corrispondono a quanto visto in campo. Sì perché i ramarri hanno tenuto testa, se non di più, alla più blasonata (e forte) Atalanta, cedendo solo per eccesso di voglia di attaccare.

Il Pordenone non ha avuto timori reverenziali, anzi ha risposto colpo su colpo alla “Dea”, continuando a spingere anche ad un quarto d’ora dal termine, momento in cui ha subito il gol del 2-1 su azione di ripartenza nerazzurra finalizzata da Kovalenko.

I neroverdi hanno subito risposto all’iniziale vantaggio bergamasco su incornata di Piccoli con un rigore procurato da Pellegrini, imbucato da Misuraca, e trasformato di potenza da Tsadjout. Il quale poco dopo ha sfiorato il sorpasso con una botta mancina al volo uscita di un nulla. E le indicazioni per mister Paci sull’attaccante giunto dal Milan sono più che positive, così come quelle sul portiere Perisan che ha neutralizzato le conclusioni di Pasalic (testa) e di Ilicic. Mica due qualsiasi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 31/07/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07622 secondi