Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


SECONDA B - Caporiacco espugna Ciconicco, Di Bin: troppo emotivi

Il presidente biancoverde commenta la sconfitta: “Non c’eravamo con la testa, molto sottotono. Alcuni parlavano del derby da venti giorni e ne hanno risentito le gambe”

Vittoria esterna del Caporiacco che espugna il campo del Ciconicco con il risultato di 1-2 nella ventiquattresima giornata del girone B di Seconda categoria. A passare in vantaggio è il Caporiacco alla metà del primo tempo con una bella punizione di Persello dai venti metri. Allo scadere della prima frazione arriva la risposta locale con Matteo Cinello in mischia. La ripresa è equilibrata ma ad un quarto d’ora dalla fine arriva la rete decisiva di Cuberli, che arriva a quota 20 reti in campionato su calcio di rigore. Risposta dei padroni di casa che vanno all’arrembaggio in attacco, ma senza successo. Vittoria sentita per gli ospiti che dopo più di cinque anni trovano di nuovo la vittoria con il Ciconicco, in un derby sempre sentito.

Rammaricato il presidente del Ciconicco, Albino Di Bin: “Non c’eravamo con la testa. Loro sono scesi in campo meglio di noi, i ragazzi negli spogliatoi erano molto tirati, forse sentivano troppo la partita, ma non è il caso di fare così in una gara che non decideva niente. Ho visto i miei ragazzi molto sottotono, so che parlavano da venti giorni di questa gara e forse hanno caricato troppo il derby, risentendone sulle gambe. Alcuni miei giocatori erano irriconoscibili, avevo chiesto di giocare con la testa, con meno errori possibili per trarre qualcosa di positivo, ma non è stato così. Sarà per la prossima, dobbiamo andare avanti e rialzare la testa, programmando il futuro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 18/03/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,13302 secondi