Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


NUMERI - I record di Venzone, Gonars, Porpetto e Sedegliano...

Viaggio attraverso le classifiche dall'Eccellenza alla Seconda categoria. Dieci campionati e 6773 reti; il girone B di Seconda è stato quello più prolifico. Ruda stellare, Flumignano in grande difficoltà: ecco i più e i meno della stagione


Con i campionati conclusi, indipendentemente dall’esito dei play-off e play-out, abbiamo confrontato i gironi a 16 squadre, ossia dall’Eccellenza alla Seconda categoria per scoprire chi ha fatto di più e chi di meno, sia in senso positivo che negativo. Essendo i gironi di Terza disomogenei per numero di squadre e, quindi, di gare, non ci sembra il caso di inglobare tutti nelle stesse statistiche.
A dettar legge nei grandi numeri non è la vincente dell’Eccellenza come qualcuno potrebbe ipotizzare, bensì i record del Ruda in Seconda D. Ecco perché.
Con 83 punti in saccoccia su 90 disponibili distacca di gran lunga l’altra corazzata Primorje di ben 12 lunghezze e più lontano ancora il Cjarlins con 63 punti. Ma non sono solo i punti a far primeggiare il Ruda, che ha il più alto numero di vittorie ottenute, 27 e di contro una sola sconfitta, al pari del Primorje. Imponente anche il bottino di reti: 87 volte i bombaroli gialloblù hanno perforato le reti avversarie (solo l’Unione Smt le ha tenuto testa segnando tre gol in meno), primeggiando sia in trasferta, 42 centri, che al “Michelutti” con 45.
Alle altre è rimasto ancora bottino da spartire e mettere in mostra, ad esempio rimanendo sulle reti, quella rimasta meno bucata è del Venzone con soli 18 gol al passivo. Fra le mura amiche il bunker più solido è del Gonars con appena 6 reti subite, mentre in trasferta hanno tenuto duro le difese di Vajont e Porpetto con soltanto 9 gol presi.
A realizzarli più delle concorrenti ci hanno pensato Unione Smt, Azzanese e, come già visto il Ruda con 45 centri a casa propria. Ci sono anche delle caselle con zeri tenuti molto in considerazione che appartengono al Cjarlins, Vivai Rauscedo, Primorje e Venzone mai sconfitti in casa e quelle di Pertegada e Ruda mai perdenti lontano dal proprio terreno. Ha vinto più di tutte sul proprio campo, 13 volte, il 3S Cordenons, su quelli altrui il Ruda 15 volte. Se a chi ha collezionato più vittorie in casa corrisponde anche il maggior numero di punti ivi conquistati è il 3S Cordenons con 40, non è così in trasferta poiché a portar via il maggior numeri di punti è il Primorje, pigliatutto da trasferta con 36 gettoni in carniere.
Ci sono però anche i risvolti della medaglia, ma prima soffermiamoci su chi ha diviso maggiormente la posta in palio, è il Sedegliano le cui gare sono terminate 13 volte col segno “X”, di cui 8 in trasferta assieme a Zarja e Pertegada. In casa invece lo stesso segno è uscito 9 volte a Tolmezzo e a Moimacco.
I segnali meno belli arrivano da chi ha purtroppo fatto meno punti di tutti nei dieci gironi analizzati: è il Flumignano con soli 8 che ovviamente non bastano per mantenere la categoria. E di questi otto soltanto uno raccolto in casa, ma pochissimo di più ha fatto il Bearzi con la miseria di 2 punti presi in trasferta e anche per i salesiani è stata retrocessione. E ci aggiungiamo pure le sconfitte, addirittura 26 per il Flumignano di cui 14 in casa, mentre lontano dal proprio campo ci hanno lasciato le penne 13 volte Bearzi e Piedimonte. Impietosi pure i numeri delle reti: l’attacco meno prolifico è quello dello Zoppola con 17 centri di cui solo 7 in trasferta, uno in meno del Flumignano in casa. Una vagonata di reti subite dallo stesso Flumignano, ben 86, delle quali 51 lontano da casa mentre la peggior difesa fra le mura amiche è quella del Terzo con 42 gol incassati.
Infine, alcune caselle rimaste desolatamente vuote: zero vittorie casalinghe per il Moimacco e zero in trasferta per il Bearzi. Nessun pareggio casalingo per l’Ancona, salvatasi e, ma questo è uno zero che vale molto, nessun pari esterno per il Ruda.
Per chiudere la rassegna, nei dieci campionati dall’Eccellenza alla Seconda categoria sono stati realizzate ben 6773 reti, di cui 3657 in casa e 3116 in trasferta: numeri importanti e piuttosto equilibrati. Si è segnato di più in Seconda B con 770 gol totali, di meno nella Promozione B con “soli” 603.
Sul proprio terreno primeggiano quelli siglati sempre in Seconda B, col segno opposto, quello più tirchio ancora il girone B di Promozione. Come dire che il prezzo del biglietto è ampiamente ripagato in Seconda B e ne potrebbe essere chiesto un parziale rimborso per frutti non goduti in Promozione B. Vabbè sui gol possiamo anche sorridere un po’.

Claudio Mariani

@RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 19/05/2017
 

Altri articoli dalla provincia...









ISONTINA - C'è il nuovo allenatore

L'Isontina ha il nuovo allenatore. E si tratta di Giovanni Longo, una passione infinita per il calcio, da calciatore prima, da tecnico in questi ulti...leggi
13/06/2017

























Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,89274 secondi