Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PRIMA C - L'Ism in 9 tiene testa al Ruda

L'anticipo d'alta quota termina con un 2-2 pirotecnico, tra espulsioni magari affrettate, rigori e slanci d'agonismo

L’anticipo di Prima categoria girone C è di quelli interessanti al “Michelutti” di Ruda fra i locali e l’Ism Gradisca, due formazioni imbattute dopo i tre turni precedenti. Le premesse sono ideali per un bel derby ma lo zampino lo mette l’arbitro, o forse ci mette il dovere, perchè risulta difficile da valutare cosa abbia detto il giocatore ospite al direttore di gara per meritarsi il cartellino rosso dopo appena un quarto d’ora, lasciando con il dubbio i numeroso convenuti sui gradoni dello stadio. Fatto sta che dopo un avvio giocato a viso aperto su entrambi i fronti, il Ruda usufruisce di un sacrosanto rigore trasformato da Grion al 23’. Fulmineo il pareggio dell’Ism con un bel movimento in area di capitan Campanella e sul punteggio di parità le squadre vanno a riposarsi.

Il secondo tempo vede il Ruda approfittare della superiorità numerica e tornare avanti con il gol realizzato da Marconato, al quale segue un altro discutibile cartellino rosso, stavolta all’indirizzo di Bolzan. Con due giocatori in meno l’Ism non si dispera e con la forza della disperazione si butta in avanti e viene premiata nella sontuosa azione, prolungata con l’assist di tacco di Fross per l’accorrente Biondo, il quale buca Politti per il 2-2. Che potrebbe cambiare se nel forcing finale, al primo minuto di recupero, Grion non si facesse parare da Dovier un altro rigore, concesso per fallo di Tiziani. Beffa scongiurata per un’Ism coraggiosa, riuscita ad impattare il derby in doppia inferiorità numerica.    


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 06/10/2019
 

Altri articoli dalla provincia...














IL LUTTO - Il calcio piange Aldo Peressini

Se n'è andato in silenzio, come da sua abitudine, a 71 anni Aldo Peressini, noto calciofilo nostrano, ex calciatore professionista e per tanti anni disinteressato “manager diletta...leggi
13/11/2019





Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01696 secondi