Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


TRIESTINA - Ciccio Lodi: rigori così vanno dati...

Il centrocampista mastica amaro per gli episodi controversi capitati contro l'Arzignano: "Ma abbiamo reagito alla grande, dimostrando che vogliamo dire la nostra anche ai play-off". Domenica al Rocco è attesa la Vis Pesaro...

Reduce da tre risultati utili consecutivi, la Triestina (fresca anche dell'1-1 nell'amichevole infrasettimanale al Nereo Rocco con il Tabor Sesana di Mauro Camoranesi) si appresta ad ospitare i marchigiani della Vis Pesaro con fischio d'inizio alle 15 domenicali. Quest'incontro della settima di ritorno sarà arbitrato da Francesco Cosso di Reggio Calabria e a supportarlo ci saranno i baresi Marco Dentico e Marco Belsanti.
Non ci saranno in casa giuliana i difensori infortunati Malomo e Scrugli nonché gli squalificati Mensah (due turni per l'attaccante), Signorini e Gautieri (una giornata sia al centrale arretrato sia all'allenatore). La coppia al centro della retroguardia pare destinata a essere perciò quella formata da capitan Lambrughi e dal “nuovo” Tartaglia. In panchina ci sarà il vice-allenatore Nicola Princivalli come all'andata.

Il centrocampista rossoalabardato Francesco Ciccio Lodi parte dall'ultima gara nella sua analisi: “Abbiamo fatto una buona partita contro l'Arzignano, purtroppo ci sono stati alcuni episodi che non ci hanno detto bene. L'arbitro non ci ha dato due rigori e su uno dei due, sul rovesciamento di fronte, c'è stata l'espulsione di Signorini. I rigori vanno dati viste le regole attuali e siamo rammaricati per non averli avuti. In certi casi è meglio però non discutere con l'arbitro per evitare cartellini. Però siamo contenti, che la reazione c'e stata una volta sotto e anche in nove. La prestazione c'è stata, la squadra è viva e ha dimostrato voglia di fare risultato e di lottare”.

E poi aggiunge: “Il gruppo è sano ed è una cosa importante. Bisogna essere a disposizione di allenatore e compagni, la differenza nello spogliatoio viene fatta dall'essere a disposizione e solo così si evitano i malumori. E da quando sono arrivato, vedo che tutti sono ben disposti. Qui si può fare qualcosa di importante perchè poche squadre di serie C hanno questo ambiente e questa società. Sono molto contento di essere approdato alla Triestina, anche perchè ho sentito subito la fiducia di Mauro Milanese, che affrontai in campo quando giocava, nel momento in cui mi ha cercato. Il direttore ha fatto un mercato invernale importante e anche di prospettiva, purtroppo in Italia si guarda solo ai risultati e non c'è il tempo per lavorare. Però in tutti gli sport i giocatori, se sono intelligenti, si capiscono al volo e si aiutano, perciò si può guadagnare qualcosa sul tempo e fare bene. Dobbiamo avere continuità, è un aspetto che ha il suo peso per raggiungere gli obiettivi. Abbiamo la consapevolezza di poter dire la nostra ai play-off perchè il gruppo c'è. Bisogna arrivare ai play-off con la testa giusta e con la miglior condizione psico-fisica, i dettagli fanno la differenza in quel tipo di partite. E si può fare risultato anche con le migliori, non sempre le meglio piazzate vanno avanti... Intanto pensiamo a una partita alla volta a iniziare da quella alle porte. Bisogna fare risultato anche per il pubblico, poi ci concentremo su quella successiva”.

Massimo Laudani


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 14/02/2020
 

Altri articoli dalla provincia...






LND - Serie D e C femminile maglie personalizzate

I numeri di maglia personalizzati nei dilettanti sono già autorizzati ma finora si limitavano appunto a mantenere quel determinato numero scelto per tutta la stagione. Dalla prossima, e solo per la serie D, oltre al...leggi
29/06/2020


IPOTESI 1 - Eccellenza, 20 squadre o due gironi?

Avere un girone unico di 20 squadre è intrigante e molto competitivo, ma allo stesso momento dispendioso in fatto di un maggior numero di gare e relativi costi, considerando anche alcuni turni infrasettimanali. Al momento le indicaz...leggi
28/06/2020







PRIMOREC - Esposito: la fusione? Era ora

Stuzzicato da alcune notizie apparse sui media regionali e sul nostro sito, l’attuale direttore generale del Primorec/Primorje, Enzo Esposito, nonché presidente regionale dell’Asi (Assoc...leggi
21/06/2020

PANCHINE - De Sio e Savic, conferme certe

Il Primorec, compagine di Trebiciano che si è accordata con il Primorje di Prosecco per una fusione speciale che si tradurrà in uno scambio di meriti sportivi (per dirla in modo semplicistico...leggi
20/06/2020

LA SMENTITA - Campo e quella foto galeotta

E’ stato accostato al Kras a far da vice a Knezevic ma in realtà Michele Campo non ha al momento alcuna società da cui ripartire nella prossima stagione. E’ lo stesso mister a chi...leggi
20/06/2020


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,35549 secondi