Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


FIGC - Canciani, decisioni difficili ma necessarie

Il presidente della Federcalcio regionale illustra alcuni passaggi del Consiglio Federale e ciò che si prospetta per il prossimo futuro dei dilettanti. Promozioni e retrocessioni? “Venerdì si decide. In base a ciò verrà studiato l’eventuale nuovo format dei gironi". Sul campionato carnico la porta non è del tutto chiusa: “Mi farebbe piacere provare a giocare, sarebbe un segnale positivo per la ripartenza”

Il consiglio federale della Figc ha deciso: i professionisti concluderanno la stagione sul campo, per i dilettanti è arrivato il prevedibile stop definitivo. Ma per questi ci sono ancora degli step da superare prima di mandare inesorabilmente negli archivi questa "strana" stagione sportiva. A spiegare come si muoverà la Lnd è il presidente della Federcalcio regionale Ermes Canciani.

SIGILLO – “Siamo arrivati, purtroppo, alla parola “fine” di questa stagione 2019/20 molto tormentata, prima per le questioni meteo, divenute ormai irrilevanti, poi per questa pandemia che ha sconvolto le nostre vite. E’ una decisione maturata, secondo qualcuno, con un po’ di ritardo, ma dal mio punto di vista e da quanto ne so, non è così. Questa decisione mette fine a tutte le varie discussioni e polemiche di questo periodo”.

DECISIONI - “Ad essere precisi si tenterà di chiudere sul campo i campionati di serie A, B, C e serie A femminile giacchè i protocolli sanitari devono ancora essere verificati e non c’è una disponibilità completa di tutte le società. Anche nel Consiglio federale di questo mercoledì la decisione della chiusura dei campionati dilettantistici non è stata votata all’unanimità ma solo a maggioranza, in quanto la serie C avrebbe voluto anch’essa la sospensione. Per noi dilettanti, nel consiglio di Lega di venerdì, verranno prese alcune decisioni inerenti la composizione dei vari campionati della prossima stagione sportiva e tale decisione dovrà essere ratificata in un successivo Consiglio Federale, il quale, essendo un organo superiore, deve recepire quanto proposto dalle singole Leghe”.

CRITERI - “Al momento ci sono due ipotesi sul tavolo per quanto riguarda promozioni e retrocessioni, ma potrebbero arrivarne delle altre. Nelle attuali verrà applicato un criterio meritorio per quanto riguarda le squadre risultate al vertice della classifica. Nello specifico, nella prima ipotesi, applicando pedissequamente il criterio meritorio, ci sarebbero anche le retrocessioni per le squadre nelle ultime posizioni. Nell’altro caso invece ci sarebbe il salvataggio di tutte le squadre e una riformulazione del format di quelli che potrebbero essere i campionati della prossima stagione sportiva”.

RIPARTENZA – “Fondamentalmente dobbiamo innanzitutto rispettare i parametri della salute e della sicurezza. Sono appena uscite le linee guida per gli sport di squadra e ogni Federazione dovrà redigere i propri protocolli e capire quale sarà l’evoluzione di questa pandemia e poi vedere se le nostre società potranno essere in grado di rispettare i parametri e a quali condizioni, sia di fattibilità sia di natura economica. In questo momento è prematuro fare una previsione su una ripartenza ad agosto, settembre od ottobre. Valuteremo giorno per giorno e poi ci atterremo alle disposizioni”.

FORMAT – “Nel caso in cui venisse presa la decisione del blocco delle retrocessioni potrebbe essere necessario l’aumento delle squadre per girone, a 18 o anche a 20. L’esempio arriva dall’Eccellenza: con la prima a salire in serie D, ne rimarrebbero 15 di squadre; a queste si aggiungono le prime dei due gironi di Promozione e si arriverebbe a 17, soluzione per nulla gradita e quindi necessiterà un ripescaggio per la diciottesima, così poi ad effetto domino fino alla Seconda categoria. Per la Terza vedremo come saremo messi a numero di partecipanti”.

RIFORMA – “Il Consiglio Federale ha deciso per una riforma della serie D, la quale è in simbiosi anche con la serie C per quanto riguarda promozioni e retrocessioni. Tutto dipenderà da questa riforma perché a cascata potrebbe tramutarsi anche nei vari campionati regionali. Ma al momento è prematuro parlarne. Si è arrivati per ora ad uno step che verrà discusso nel Consiglio di Lega di venerdì”.

CARNICO – “Tutti i campionati sotto l’egidia della Figc non possono svolgersi fino al 14 giugno come da disposizioni governative. Nello specifico la Lnd prevede la chiusura della stagione sportiva il 30 giugno però, come noto, il campionato Carnico si svolge in date diverse. Sognare non costa nulla, con tutti i limiti del caso, mi piacerebbe poter far qualcosa durante l’estate in Carnia. Sarebbe un segnale di fiducia, di speranza nei confronti di tutto il movimento calcistico nazionale. Questo campionato è l’unica manifestazione che si gioca nel periodo estivo e magari con una formula particolare, valutando le disponibilità, mi piacerebbe far partire un segnale positivo proprio dalla nostra regione. E’ un segnale di fiducia che desidero dare al nostro mondo del calcio e ce la metteremo tutta per dare la gioia, la volontà di stare assieme, l’essenza del sociale, tipico del campionato carnico”.  

Friuli in Gol Giovedì - 2020-05-21

https://i.imgur.com/kWaiW28.jpg

Friuli in Gol "la regjon tal baloon" -  Ascolta la puntata, clicca qui
Da 14 anni tutto il calcio Dilettantistico, Giovanile e Amatoriale in Friuli Venezia Giulia ce lo racconta Franco Poiana sulle nostre frequenze tra ospiti competenti e pubblico appassionato! Intervento del Presidente della Figc del Fvg Ermes Canciani, decisioni difficili ma necessarie. Il numero uno della Federcalcio regionale illustra alcuni passaggi del Consiglio Federale e ciò che si prospetta per il prossimo futuro dei dilettanti. Promozioni e retrocessioni? “Venerdì si decide. In base a ciò verrà studiato l’eventuale nuovo format dei gironi. Sul campionato carnico la porta non è del tutto chiusa: Mi farebbe piacere provare a giocare, sarebbe un segnale positivo per la ripartenza”. Chiuderà la puntata odierna Marco Skocaj il Presidente della Cormonese. Il massimo dirigente dei grigiorossi ricostruisce il recente confronto fra mister Zucco e il ds Peroni. Accordo raggiunto con quest’ultimo per la conduzione della squadra nel prossimo campionato. “Ringrazio il mister per quanto ha dato, la società è cresciuta”. Nuovo anche il ds, sarà Maurizio Inglese.

https://i.imgur.com/pZhavhG.jpg

https://i.imgur.com/zsw5nrB.jpg

 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 21/05/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,24280 secondi