Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


DOMIO - Biloslavo: "Speriamo di ripartire subito dopo Ferragosto"

Il tecnico biancoverde è impaziente: "Siamo in attesa delle nuove linee guida, abbiamo bisogno di allenarci perchè i ragazzi sono fermi da sei mesi e non basta solo andare a correre"

“Non vedo l'ora sia di completare la squadra sia di ricominciare il prima possibile”. L'allenatore Roberto Biloslavo sta facendo il conto alla rovescia per rimettere in moto la prima squadra del Domio: “Siamo in attesa delle nuove linee guida, che saranno emanate nel prossimo decreto governativo. L'attuale scade il 31 luglio e spero, che ci siano buone nuove, ma mai dire mai... -afferma l'esperto tecnico triestino, che nel suo curriculum ha anche un anno e mezzo da direttore sportivo al Costalunga -. Non siamo professionisti e perciò non abbiamo neanche uno staff medico come quelli delle grandi società. Spero perciò di poter riprendere subito dopo Ferragosto, perchè sono già cinque – sei mesi che i giocatori sono fermi. Anche se qualcuno è andato a correre, non basta questo di per sé per poter riprendere e tra l'altro non l'avranno fatto tutti i giocatori. Di conseguenza ci sarà del lavoro da fare. Se il nostro campionato potesse riprendere veramente il 27 settembre, la nostra idea è appunto di ricominciare fra poco più di un paio di settimane”.

I biancoverdi militanti in Prima C si sono rinforzati al momento con lo svincolato Leiter ex Zaule Rabuiese e con l'offensivo Petracci dal Kras Repen. In questo periodo si stanno ancora facendo molte “chiacchiere” e trattative – aggiunge ancora il buon “Bilo” -. Ho fatto tantissime telefonate a calciatori, qualcuno ha declinato l'offerta e qualcuno ci deve pensare. Il problema è che ci sono troppe squadre e il numero di atleti è quello che è. Abbiamo bisogno di ulteriori tre rinforzi, ovvero uno per reparto, ma già adesso la rosa è buona. Vorremmo 20/21 elementi, a cui affiancheremo durante la stagione alcuni juniores come è successo nell'ultimo campionato. Ne abbiamo diversi interessanti, d'altro canto durante l'annata è normale avere infortuni e squalifiche e quindi si ricorre agli under”.

Alla voce partenze ci sono Sistiani (che era arrivato dal Costalunga, il Domio voleva rinnovare il prestito, ma il ragazzo ha preferito scegliere il Sant'Andrea San Vito) e il trio Puzzer – Vescovo – Bussi al passo di addio tra motivi lavorativi e acciacchi. Bussi, in ogni caso, sta sfogliando la margherita relativamente sul suo futuro, perchè sta facendo un pensierino se fare un'ulteriore esperienza calcistica con il neo-nato Muggia 2020 per poter giocare con alcuni amici. C'è infine la situazione del difensore centrale Antonio Pocio D'Alesio. Essendo appena stato assunto nella polizia locale, fino a dicembre non potrà scendere in campo alla domenica “a causa” degli orari dei turni da affrontare, ma continuerà ad allenarsi. La volontà di proseguire ce l'ha in ogni caso. “Abbiamo fatto un pranzo con giocatori e dirigenti sabato scorso all'Avalon – conclude mister Biloslavo - . Eravamo in 35 e ho notato in tutti una gran voglia di ripartire dopo questa sosta forzata. E' un bel segnale”.

Massimo Laudani

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 27/07/2020
 

Altri articoli dalla provincia...









FIGC - Ripartire. Come e in che modo?

Un breve servizio di Rai regione al Tg domenicale ha ripreso alcuni punti fondamentali sulla prevista ripartenza dei campionati dilettantistici e giovanili. A tal proposito il presidente della Federcalcio regionale ...leggi
26/07/2020










Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,24586 secondi