Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PRIMA C - Derby bis per l'Aquileia. Esordio interno a Fiumicello

I patriarchini hanno già incontrato e battuto i “mamoli” in coppa. Il Mariano battezza la nuova categoria per i neo promossi gialloverdi. La capolista al Velodromo per difendere il primato. Derby a San Canzian, quasi a Gradisca

Due anticipi aprono la quarta giornata del girone C di cui uno è un derby molto sentito, il translagunare di Grado fra i “mamoli” e l’Aquileia. Le due formazioni si sono già incontrare alcune settimane fa in coppa ed hanno avito la meglio gli aquilieisi, qualificatisi per gli ottavi. Ora si rivedranno alla “Schiusa” (fischio d’inizio alle 16) con i padroni di casa senza l’allenatore Novati, esonerato la scorsa settimana e sostituito dal carismatico Luca Lugnan. La cabala sortirà effetti? In terraferma sperano proprio di no.
E che effetti potrà avere proprio la sconfitta subita ad Aquileia dalla Triestina Victory nel derby casalingo con la Roianese sarà tutto da scoprire e soprattutto da vedere le condizioni del portierone Contento, uscito malconcio domenica. E in più gli ospiti arrivano da un turno di riposo forzato.
A Fiumicello c’è attesa per il debutto casalingo in Prima categoria dopo il rinvio del match con il Mladost due settimane fa. A tagliare il nastro sabato alle 15 ci sarà anche il Mariano, avversario da prendere con le molle, capace di andare spesso a rete, ma anche di subirle.
Il girone è ancora monco di alcune partite, ma davanti a tutti in classifica c’è il Domio a cui manca una gara e domenica si sposterà a San Giovanni al Natisone per affrontare il Centro Sedia che finora ha collezionato soltanto due pareggi.
Interessante anche lo scontro del “Colaussi” fra Ism e Ruda con i primi reduci dalla caduta a Doberdò con il Mladost e i friulani dal brillante successo esterno a Grado, valso il secondo posto in graduatoria.
Tra le diverse squadre alla ricerca della prima vittoria c’è il San Canzian che ospita al “Furlan” l’Ufm, la corazzata di mister Murra. I sancanzianesi finora hanno giocato solo una gara, persa con l’Isonzo mentre gli azzurri potrebbero risentire della fatiche di coppa. Fatiche giustificate dal passaggio del turno, seppur come una delle quattro miglior seconde classificate.
E a passare il turno in quel gironcino è l’Isonzo dopo aver battuto l’Ufm per 3-2 scavalcandolo nella relativa classifica ed ora soddisfatto naviga verso il Carso per trovare ospitalità a Basovizza affrontando lo Zarja, con i triestini alla ricerca dei primi tre punti stagionali.
Sempre in direzione Trieste, ma in città stavolta, viaggia il Mladost dove al “F.lli Visentni” incrocerà i tacchetti con quelli del San Giovanni, uscito bastonato dal “Boito” domenica.       

Claudio Mariani

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 16/10/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,13635 secondi