Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


SECONDA F - Alla Romana il derby, all'Aris l'onore delle armi

Prima stracittadina della sua storia per la matricola bianconera battutasi alla pari con i più blasonati gialloblù monfalconesi. Doppietta per Yahya, non basta l’eurogol di Baracani alla truppa di Arrisicato

Un derby è sempre una partita particolare, mai scontata, sentita da entrambe le parti. Al primo derby della sua storia, l'Aris San Polo arriva con la consapevolezza di essere una matricola, ma senza darsi per sconfitta senza prima vendere cara la propria pelle, e così, grazie alla "complicità" della Romana, squadra blasonata e tosta, ne è nato un derby acceso, vero, con 22 gladiatori in campo.

Si inizia, e già al 2’ la Romana è in vantaggio, perché grazie anche alla leggerezza della retroguardia bianconera, Yahya salta due uomini e lascia partire un tiro, forte e preciso, che non da scampo a Erbaggio. Dopo l'iniziale empasse degli uomini di Arrisicato, l'Aris prende le misure dell'avversario, limitandosi a contenere le straripanti iniziative degli attaccanti ospiti, con Yahya vera spina sul fianco per la difesa locale. Alla mezz'ora il raddoppio, ed è lo stesso Yahya che con un tiro dal limite, trova la deviazione di Meola, il quale inganna l'estremo difensore bianconero. Si va al riposo sullo 0-2 per la Romana.

La ripresa è di tutt'altro tenore, con l'Aris colpita nell'orgoglio e decisa a non recitare il ruolo di vittima sacrificale e inizia a tessere ottime trame di gioco che si concretizzano a metà ripresa con un eurogol su una punizione dai 20 metri, di Baracani, insaccatasi all'incrocio dei pali. Dopo aver accorciato le distanze, si accende la gara, con alcuni colpi "proibiti" da una parte dall'altra, anche grazie alla permissività del direttore di gara che in alcune azioni è sembrato non in ottima condizione, il quale sarà costretto ad estrarre per ben 5 volte il cartellino giallo, dopo che nella prima frazione di gioco era stato inutilizzato. L'arrembaggio bianconero non sortisce alcun effetto e la Romana porta a casa i tre punti, ribadendo la sua leadership in classifica e all'Aris l'onore delle armi e la consapevolezza di poter lottare ad armi pari con chiunque.

Gt

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/lvyoHgc.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 25/09/2021
 

Altri articoli dalla provincia...








ANTICIPI - Un sabato di grandi derby

Sesta d'andata dei campionati dilettantistici regionali che scalda i motori. E si aprirà con un sabato di grandi derby, in particolare Ufm - Staranzano, Teor - Ri...leggi
21/10/2021











Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08059 secondi