Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


SECONDA F - E' del Pieris il primo derby con l'Aris

Doppio successo in casa granata del presidente Mauro Polo, bella presentazione ufficiale all’ora di pranzo e poi al “Delneri” il successo sui monfalconesi mai domi

PIERIS – ARIS SAN POLO 2-1
Gol: 3’st Appeso (rig.), 38’st Boscarol, 43’st Petriccione

PIERIS: Bianco, Francesco Visintin, Demeio, Tison, Spessot, Appeso, Penso, Ivan Greco, Del Bello, Wisniewski, Candido. A disposizione: Pierpaolo Visintin, Daniel Greco, Severin, Pasian, Sirignano, Lauto, Cosolo, Giuseppe Greco, Maniassi. All. Massimo Wisniewski.

ARIS SAN POLO: Erbaggio, Aruta, Di Pumpo, Postorino, Meola, Ruggiero, Esposito, Arena, Colella, Baracani, Demma. A disposizione: Indaco, Petriccione, Stevanovic, Benvenuto, D’Oriano, D’Oro, Zanini, Galessi, Frascogna. All. Domenico Arrisicato.

ARBTRO: Andrea Pittoni sez. Udine 

PIERIS - A mezzogiorno la presentazione ufficiale della squadra del Pieris, nel pomeriggio ecco il primo derby con l’Aris San Polo, vinto dai granata di casa per 2-1.
Partita al fulmicotone dei granata locali che partono in bomba con i bianconeri dell'Aris a soffrire una costante pressione in tutti i settori del campo. Nonostante l'arrembaggio pierissino, i monfalconesi trovano una squadra avversaria quadrata e solida in fase difensiva che blocca in qualche occasione le incursioni offensive degli ospiti. Intorno alla mezz'ora, è il direttore di gara Pittoni a rendersi protagonista sorvolando su due episodi dubbi in area di rigore. Il primo su Scognamiglio e il secondo su Colella e così il primo tempo si chiude a reti inviolate.

Saranno i secondi quarantacinque minuti di gioco a fare la differenza...in tutto! Al 3', appunto, su una splendida palla servita a centro area da Appeso, il centravanti locale, Del Bello, viene agganciato alla caviglia dal terzino avversario. Il direttore di gara (Pittoni, della sezione di Udine) non ha dubbi e fischia il calcio di rigore. Penalty trasformato, nell' angolo basso alla destra del portiere, sempre da Appeso. Il mister dei padroni di casa Wisniewski calibra i cambi e sarà il neo entrato Boscarol, al 38', a realizzare l'ulteriore vantaggio del 2-0. L'Aris, però, non si arrende, né demorde e riallinea le fila proponendosi più volte davanti alla porta difesa da Bianco. Pure Arrisicato, mister dell'Aris, indovina la sostituzione molto proficua. Entra Petriccione che da lì a poco (42' st) accorcia le distanze con un tiro in area piccola sugli sviluppi di un angolo, coadiuvato dal disturbo di Zanini sul portiere locale. Dulcis in fundo, da rilevare il gran e buon lavoro del "fischietto" udinese (un paio di ammonizioni per parte) che ha ben diretto un non semplice ed inedito derby, opinione peraltro non molto condivisa da parte bianconera che lamentano un altro episodio dubbio in area su Colella, come avvenuto nel primo tempo sullo stesso e su Scognamiglio. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/MnL0wtW.jpg

https://i.imgur.com/i07r0fq.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 16/10/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,24528 secondi