Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


SERIE A - L'Udinese si sveglia tardi

Sotto di due reti sul campo del Torino (segnano Brekalo e Bremer), i bianconeri riescono soltanto a dimezzare lo svantaggio con un gran calcio piazzato di Forestieri. Poi Milinkovic Savic protegge il successo granata

TORINO – UDINESE    2 - 1
Gol:
8’pt Brekalo, 3’st Bremer, 32’st Forestieri

TORINO: Milinkovic Savic, Djidji (25’st Zima), Bremer, Buongiorno, Aina (18’st Singo), Lukic, Pobega, Vojvoda, Brekalo (37’st Pjaca), Praet (18’st Linetty), Belotti (37’st Zaza). A disposizione: Berisha, Izzo, Baselli, Sanabria, Kone, Warming, Rincon. Allenatore: Juric.

UDINESE: Silvestri, Becao, Nuytinck (14’st Arslan), Samir, Molina, Pereyra, Walace, Udogie (33’st Soppy), Pussetto (14’st Forestieri), Deulofeu (38’st Samardzic), Beto. A disposizione: Padelli, Carnelos, Perez, Zeegelaar, Success, Jajalo, Nestorovski, De Maio. Allenatore: Gotti.

ARBITRO:: Pezzuto di Lecce. Assistenti: Lombardo e Capaldo. Quarto uomo: Rapuano. Var: Fourneau. Avar: Galetto.

NOTE -  Serata fresca, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Molina, Pereyra, Walace, Zaza. Angoli: 7 - 4 per l’ Udinese. Recupero: 1’ + 4’.

TORINO.  Con un terzo di campionato già materia per gli archivisti, l’Udinese è ancora alla ricerca di se stessa. D’accordo, a Torino la palma del migliore in campo è andata al portiere avversario, ma la formazione di Gotti è dovuta andare sotto di due reti per cambiare faccia e rovesciarsi nella metà campo avversaria e tentare (per un soffio non c’è riuscita) di risalire la corrente. Se i numeri (più tiri in porta, più angoli conquistati, più contrasti vinti rispetto ai granata) offrono giustificazioni parziali la morale è, che da una gara sporca, intensa, giocata a “specchio” nel primo tempo, evitando quasi sempre le vie centrali (palla lunga per Beto - “francobollato” da Bremer - e, dall’altra parte, reiterati lanci a beneficio di Belotti, in un duello infinito con Nuytinck) e con più varianti tattiche nella ripresa, l’Udinese esce senza alcun punto nella bisaccia. In totale, sono 14 in 13 gare: potenziale alla mano, troppo pochi. Con una classifica non da allarme rosso, ma di sicuro zoppicante, domenica (ore 12.30) al “Friuli” arriva il Genoa: guai ad immaginare un altro flop. Anche perché, nell’occasione, verranno celebrati i 125 anni di fondazione del club.

LA CRONACA. In area ci va per prima volta il Torino, al 7’: cross di Vojvoda, avvitamento di Belotti, palla lontano dai pali. Passano però soltanto 60 secondi e i granata festeggiano: il “Gallo” sgomita e lavora per Brekalo che sorprende Silvestri, concludendo di prima intenzione da almeno 25 metri e infilando l’angolino basso alla sinistra del portiere. La reazione dell’Udinese genera tre angoli consecutivi, ma Milinkovic Savic non ha motivo di preoccuparsi. Al 26’ il primo squillo bianconero: Beto lascia sul posto Bremer e apparecchia a beneficio di Pussetto. Il diagonale a colpo sicuro è deviato con le...unghie da Milinkovic Savic. Dall’altra parte, Belotti continua ad essere un prezioso punto di riferimento per le manovre dei padroni di casa, anche se non si vede in fase di finalizzazione. Non succede più nulla di rilevante fino al 41’: Aina scappa e mette in mezzo un pallone invitante, ma l’impatto di Vojvoda è tutt’altro che felice. Al 44’, infine, Udogje si infila nell’imbuto centrale: il tiro con il piede meno nobile (il destro), però, altro non è che un…passaggio all’estremo difensore nemico.

Gravissimo errore di Molina in aperura di ripresa: Belotti, gratificato da tanto omaggio, si fa però murare da Nuytinck. E sugli sviluppi del corner successivo, da un clamoroso “mischione” (con precedente palo colpito dal “Gallo”) spunta Bremer il quale, da zero metri, gonfia la rete. Reagisce l’Udinese: debole sinistro di Walace, facile per Milinkovic Savic. All’ 11’, invece, il Toro recupera un'altro pallone e Brekalo spara di poco oltre la traversa. Il vento cambia, in casa friulana, con gli ingressi di Arslan (per Nuytinck) e Forestieri (se ne va un opaco Pussetto) e al 20’, su iniziativa di Deulofeu, prima Beto e poi Forestieri non riescono a spingere il pallone in porta. Ci potrebbe stare pure un “rigorino” per un intervento con la mano di Djidji (immolatosi sulla conclusione del portoghese), ma il Var non è di questo avviso. Al 26’ ci prova nuovamente Beto: il destro è impreciso. Ci vuole allora una palla inattiva per rialimentare le speranze bianconere. Minuto 32: fallo su Arslan e punizione calciata mirabilmente “a giro” da Forestieri, che sorprende Milinkovic Savic. Il quale concede il bis al 38’ sulla botta di Arslan. Con Soppy e Samardzic, Gotti tenta il tutto per tutto e al 91’ Molina deposita, proprio sul piede destro dell’accorrente Samardzic, la palla del pareggio. Ma Milinkovic Savic è ancora superbo: vola, devia e salva il successo della banda Juric.

LE PAGELLE. Silvestri 5, Becao 6, Nuytinck 5,5, Samir 6, Molina 5, Pereyra 5, Walace 5,5, Udogie 6, Deulofeu 5, Pussetto 5, Beto 6, Arslan 6,5, Forestieri 6,5, Samardzic 6, Soppy sv. Allenatore: Gotti 5. (r.z)

Foto: pagina Facebook Udinese Calcio

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 22/11/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08288 secondi