Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


TERZA C - Bovino: difesa da rivedere. Giorgi e Romano critici

L'Alabarda scivola 6-5 per mano dello Strassoldo. Super Cgs, mentre deludono Campanelle e Muglia



Impressionante Cgs: il Poggio finisce travolto 7-0 dagli Studenti, come racconta il dirigente Bellussi: "La gara si è messa subito in discesa per noi grazie al fulmineo gol segnato da Bobul con un tiro che sembrava non avere molte pretese ma era assai angolato. Il raddoppio è arrivato immediatamente, protagonista sempre Bobul, che si è involato sulla sinistra e il suo cross teso e rasoterra ha permesso a Giannella di andare a segno senza particolari difficoltà. Il 3-0 è arrivato sul rigore, emblematico è risultato il quarto gol, il Poggio ha ripreso il gioco, ma al secondo tocco perde palla ad opera di Cattaruzza che indisturbato arriva al limite dell'aria e spara un diagonale sul quale nulla può l'estremo difensore isontino. Poi è stata accademia: Rovis è andato a bersaglio sfruttando un grande lancio di Cattaruzza. Nella ripresa Bobul e Gerometta hanno fissato il risultato sul 7-0, mentre sia noi che il Poggio abbiamo colpito una traversa con delle splendide conclusioni dalla distanza". 
Esce sconfitto il Campanelle dal campo della capolista Moraro in una gara che si decide agli ultimi minuti; il presidente onorario dei triestini Giorgi racconta: ”Siamo andati in vantaggio e non siamo riusciti a tenere il risultato, abbiamo subito un calo più mentale che fisico, non reagendo al gol del pareggio e sprofondando nel finale; ha vinto chi aveva più voglia di giocare”.
Amara sconfitta per l’Alabarda, che non riesce a fare punti contro lo Strassoldo in una gara rocambolesca e piena di gol, terminata 6-5 per i gialloneri di Martignoni. Mister Bovino spiega: ”Si sono affrontate due belle squadre con ottimi attacchi ma difese da registrare; su gare così c’è poco da dire, noi sicuramente dobbiamo rivedere la fase difensiva”.
Perde malamente anche il Muglia contro il Pieris in casa; i rivieraschi non riescono ad entrare in partita e cadono di misura e il tecnico in seconda, Romano amaramente commenta: ”Abbiamo disputato una brutta partita, senza gioco e senza voglia, se si perde una partita con zero tiri in porta subiti c'è poco da dire".

Edoardo Alessio



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 08/10/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,11606 secondi