Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


TERZA C - Romano: "Un signor pareggio". Bellussi: quante occasioni!

Nella settima d'andata spiccano i pareggi tra Cgs e Campanelle e Strassoldo e Muglia. L'Alabarda si inchina al Moraro e Bovino ammette: "La sconfitta è meritata anche se i ragazzi hanno dato battaglia"



Si è segnato su tutti i campi nel girone C di Terza categoria: tre sono stati i pareggi e terminati tutti 1-1. Con uno di questi il Campanelle ferma la capolista Cgs al termine di una gara molto combattuta.
Il dirigente degli Studenti, Bellussi, racconta: "Nel primo tempo Matteo Franforte ha sprecato un rigore calciandolo sopra la traversa, per poi riscattarsi e portarci in vantaggio con una pregevole incornata. Abbiamo inoltre colpito una traversa su grande conclusione di Cattaruzza e sfiorato il raddoppio pure con De Tomi, il quale, solo davanti al portiere, ha fallito il pallonetto. Il Campanelle, invece, ha sì macinato gioco, ma senza mai rendersi pericoloso. Pure nella ripresa abbiamo avuto le opportunità per aumentare il vantaggio, in particolare con Gerometta, che da ottima posizione non ha trovato lo specchio della porta. Così siamo stati puniti dal pareggio avversario, arrivato su una splendida conclusione: e dire che fino a quel momento non avevamo corso pericoli".
Replica il vice presidente Giovannini per il sodalizio biancazzurro: "Si è trattato di una partita equilibrata, in cui abbiamo dovuto confrontarci con una squadra molto temibile; abbiamo subito un gol viziato da un sospetto fallo di mano e non ci siamo mai arresi, continuando a cercare il pareggio, raggiunto grazie alla pordezza di Chinnici".   
Scivola l’Alabarda contro un più concreto Moraro; i giuliani soccombono 3-2 ai bianconeri: ”La sconfitta è di misura ma meritata - afferma il tecnico dell'Alabarda, Pompeo Bovino -, non siamo infatti riusciti ad esprimerci sugli stessi ritmi di due domenica fa, anche se la squadra ha combattuto e ci ha provato".  
Pareggiano i rivieraschi del Muglia a Strassoldo, un 1-1 che il dirigente muggesano Romano analizza così: "Partita bellissima, un po' meno l'arbitraggio, abbiamo giocato molto bene contro un'avversaria assai valida, siamo andati in svantaggio su una conclusione deviata, riuscendo però a rimediare a 2' dal termine con una notevole punizione di Abatangelo. Eravamo, tra l'altro, in inferiorità numerica, quindi siamo stati doppiamente bravi a conquistare il risultato positivo". 
E' invece rimasta a mani vuote la Triestina Victory, superata per 4-2 in casa da un ottimo Terzo, secondo in classifica.

Edoardo Alessio 



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 08/11/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,37313 secondi