Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


LA SERATA - A Gemona i calendari e tante emozioni. Diaw neroverde

La Manna protagonista insieme a Riccardi, Merlino, Lovisa e al padrone di casa Canciani. Tutto è pronto per ripartire...

Parte da Gemona la stagione 2020-2021 del calcio dilettanti. La serata organizzata da Massimo Radina, anima dei programmi televisivi sul calcio del Friuli Venezia Giulia, lancia dalla città simbolo del terremoto del 1976, la voglia di ripartire del movimento calcistico regionale.
Apre la serata la commovente storia di Salvatore La Manna,  bersagliere palermitano dell’esercito, in servizio a Orcenigo che nel 2009 ha perso la gamba in un incidente durante una missione in Libano, ora attaccante della nazionale amputati, la sua voglia di campo,  diventa il leit motiv  della serata. Questo tremendo incidente non gli ha impedito di continuare a giocare a calcio, da brivido il racconto della sua storia, così come la sua testimonianza e la sua voglia di ripartire. Due palleggi in punta di stampelle, poi il fischio di inizio di un’emozionato Andrea Merlino presidente del Cra  Fvg.

Senza retorica alcuna, ma pregno di tanta concretezza l’intervento di Riccardi: "Ripartire è una prova importante. Sono profondamente convinto che La credibilità di un paese passi attraverso la riapertura delle scuole, ma anche attraverso la ripartenza delle attività sportive". Distanziamento, e protezione gli elementi fondamentali del protocollo condiviso, consegnato in anteprima dal vice presidente della regione nelle mani di Ermes Canciani, un protocollo senza schemi precostituiti ma con alla base una grande dose di buon senso per la sua applicazione.

Gonfia il petto il presidente del comitato regionale, lo fa con orgoglio: “Siamo la prima regione che adotta un protocollo condiviso tra il comitato regionale e le istituzioni i dipartimenti di prevenzione. Lo sport, il calcio in particolare è uno degli elementi fondamentali della ripartenza. Sarà importante imparare a convivere con il virus e rispettare le regole codificate nel nostro protocollo".

Nella stessa direzione le dichiarazioni del presidente degli arbitri, Andrea Merlino, emozionato e al tempo stesso lucido nel ribadire il desiderio e la voglia di ripartire del gruppo degli arbitri che rappresenta.

La presenza di Lovisa diventa motivo per collegare il mondo dei dilettanti a quello dei professionisti, e sceglie la serata di Gemona per annunciare ufficialmente l’acquisto di Davide Diaw, sogna la sua “cantera friulana” con Scuffet, e Giacomo Calo', confermando la scelta di Lignano come la nuova casa del Pordenone Calcio.

Antonino De Blasi

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 10/09/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,06710 secondi