Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


L'INIZIATIVA - Presentato il Torneo senza Confini 2024

Oltre alle triestine Opicina, San Luigi e Trieste Victory Academy, alla competizione prenderanno parte società croate e slovene. Canciani: “L’iniziativa mi piace tantissimo e l’ho portata a Roma. Il prossimo anno vi parteciperà anche la Carinzia”

Lo Jadran Porec, lo Jadran Dekani, l’Opicina, il Capodistria (Koper in sloveno), il San Luigi, il Novigrad 1947, Portorose/Pirano (Portoroz/Piran), il Buje e la Trieste Victory Academy daranno vita all’edizione 2024 del Torneo senza Confini, la prima versione con tale denominazione dopo l’avvio nel 2018 e la ripresa dello scorso anno dopo la pausa forzata per il Covid con la titolazione di Torneo transfrontaliero.

Alla presentazione della kermesse è intervenuto Ermes Canciani, la massima carica del comitato regionale della LND. Il “Pres” ha avuto modo di sostenere: “Questo senza confini è una cosa che ho sposato subito e ho detto che lo volevo a Trieste. Sono stato alla finale dello scorso anno ed ho visto un bell’evento. Ora c’è il cambio del nome, perché non ci sono più i confini. Non è un fatto solo sportivo, ma pure sociale e che permette di confrontarsi con altre realtà. L’iniziativa mi piace tantissimo e l’ho portata a Roma. Il prossimo anno vi parteciperà anche la Carinzia e sarà un bell’happening nonché un’anticipazione di Gorizia 2025. Mi fa piacere che ci siano società triestine come la Trieste Victory Academy, il San Luigi e l’Opicina”

Erano presenti anche l’assessore comunale a Promozione ed eventi sportivi Elisa Lodi, il delegato provinciale di Trieste della L.N.D. Antonio Podgornik con il “suo” segretario Roberto Cheber, assieme allo staff relativo, e i rappresentati delle federazioni slovena e croata. Per la MNZ Koper, il presidente Borut Knafelc ha dichiarato: “Sono contento di essere qua e orgoglioso di avere gli amici dell’Istria. Il transfrontaliero era molto bello e ora è ancora meglio. Questo torneo è impegnativo, ma è così importante da essere un’esperienza non solo calcistica, ma pure di vita”. Per la MNZ Istrarske hanno partecipato invece il segretario generale Robi Fonović e Paolo Barbo, con quest’ultimo a sostenere che “tutti noi, a partire dai ragazzi, siamo contenti di parteciparvi e di uscire dai nostri gusci per andare in un’altra nazione. Speriamo di fare bella figura, si aprono delle tradizioni per il prossimo anno”. All’incontro hanno presenziato infine anche il consigliere regionale F.I.G.C. Domenico Nicodemo, il rappresentate dell’A.I.A. Tiberio Fiore, il presidente dell’A.I.A.C. di Trieste Maurizio Costantini nonché Davide Ravalico (presidente della sezione calcio della Polisportiva Opicina), Ezio Peruzzo (massimo dirigente del San Luigi Calcio) e Claudio Ribarich (co-allenatore degli under 15 della Trieste Victory Academy).

Massimo Laudani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 17/01/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,12020 secondi