Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Tolmezzo


PRIMA - Cavazzo, Real, Mobilieri: è fuga a tre. Al "Campa" il derby

Le battistrada tracciano un primo solco sulla coppia Cedarchis – Campagnola, uscita vincente nel derby di Trasaghis. Cercivento a valanga sul malcapitato Fusca. Ovarese ancora a digiuno. Osoppo secondo successo consecutivo al “Forgiarini”



La paventata fuga a tre si sta materializzando senza bisogno di guardare nella sfera magica. Il trio delle meraviglie Cavazzo, Real Imponzo e Mobilieri stanno dettando legge nel campionato di Prima categoria in questo turno infrasettimanale caratterizzato da ben quattro vittorie esterne e, guarda caso, proprio delle tre lepri.
Il Cavazzo va a vincere a Cedarchis, nell’importante scontro di alta quota, e lo fa con un rotondo 4-1. Mezzora di studio poi Burba e, allo scadere della frazione Nait, portano sul doppio vantaggio i viola di mister Chiementin. Il quali subiscono il ritorno dei padroni, andati a rete con Nodale, poi però nei minuti di recupero il rigore di Sferragatta e il punto esclamativo di Mirco Burba, chiudono sul 4-1.

Identico punteggio ottenuto dal Real Imponzo sul campo di un’irriconoscibile Ovarese, partita veramente malissimo e subisce la quarta sconfitta casalinga su altrettante partite. La forza degli impontini si manifesta in meno di un quarto d’ora con tre gol di vantaggio. Apre subito Bonfiglioli, prosegue Gortan e in rapida successione triplica Bertolini. Prima del riposo va a segno anche Cecconi mentre per l’Ovarese, Borta segna la rete della bandiera.
Importante successo alla “Pineta” dei Mobilieri contro il Villa con gli arancione in un periodo un po’ complicato della stagione. I gialloblù di Sutrio però devono sudare per ottenere i tre punti, giacchè il loro unico gol lo hanno segnato poco prima della mezzora con Martinis.
In coda pesante tonfo del Fusca, caduto di brutto a Cercivento con il finale di 6-1. Dopo un quarto d’ora i granata di casa sono avanti di tre gol, per merito di Peresson e due volte Ferigo. Un rigore di Mereu rimette in corsa gli ospiti ma nel secondo tempo la squadra di mister Moser sferra altre tre colpi, con Mazzolini dagli undici metri, con Morassi un minuto dopo e nel finale con Del Fabbro.

Scoppiettante derby al “Costantini” di Trasaghis fra la locale formazione e il Campagnola, con i gemonesi usciti vittoriosi per 5-3 e balzato al quarto posto in classifica, agganciando il Cedarchis. E’ il Trasaghis a sbloccare la gara con Carlig, seguito da Nimis che raddoppia. Poco dopo però Cussigh sbaglia porta e  triplica il vantaggio dei locali. Nella ripresa mister D’Agaro fa cambiar musica alla sua squadra che si scatena e in sei minuti, attorno al 20’, pareggia. Vanno a rete Komac e due volte Dibrani, poi tocca a Polo e chiude ancora Komac.
Secondo successo consecutivo casalingo per la Nuova Osoppo, stavolta al “Forgiarini” cade la Pontebbana per 3-1. Subito in gol la squadra di casa con Gressani, ma gli ospiti impattano con Martina a metà del primo tempo. Prima di andare al riposo Marco Burba riporta avanti gli osovani che poi, nel finale chiudono la gara con la rete di Carnir.
L’unico pareggio esce sulla ruota di Amaro con il 2-2 ottenuto contro l’Arta, ed è la prima spartizione della posta per gli “amaretti”, andati sotto per la rete di Bogarelli. Nella ripresa ribaltano con Durì e Mazzolini su rigore, ma in dirittura d’arrivo Moro sigla il definitivo “ics”.



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 11/06/2019
 

Altri articoli dalla provincia...









SECONDA - Zammarchi è un uragano

C’è una bella ammucchiata nella parte sinistra della classifica della Seconda categoria, sette squadre in quattro punti racchiuse tra la capoclasse Folgore e il Sappada. ...leggi
15/06/2019










Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03843 secondi